Assiteca chiama EY per il digitale

di Anna Messia
Assiteca accelera sulla digitalizzazione. Il più grande broker assicurativo italiano quotato a piazza Affari presenterà il nuovo business plan a gennaio 2022. In preparazione del prossimo appuntamento con gli investitori il gruppo, presieduto da Luciano Lucca, nelle scorse settimane ha chiamato al lavoro i consulenti di EY. «Con l’acquisizione di 6Sicuro, fusa nel gruppo lo scorso giugno abbiamo portato in casa know how digitale e ora vogliamo accelerare sulla tecnologia per ottimizzare la gestione interna e per migliorare ancora la relazione con i clienti», spiega Lucca, aggiungendo che entro quest’anno Assiteca conta di chiudere nuove operazioni di acquisizione sempre nel settore del brokeraggio proseguendo lo sviluppo degli ultimi anni. «Abbiamo colloqui in corso sia in Italia sia in Spagna e liquidità in cassa sufficiente per realizzare queste operazioni», assicura Lucca.

Il bilancio del primo semestre di Assiteca, che si appresta a celebrare 40 anni di attività, è stato appena approvato e ha evidenziato ricavi lordi per 87 milioni (+8% su giugno 2020), un ebitda in salita dell’11% a 16,8 milioni e 6,6 milioni di euro di risultato netto (+22%). Il mercato italiano dell’intermediazione assicurativa è molto frammentato: conta di più di 1.600 aziende e i cinque maggiori operatori detengono una quota di mercato complessiva del 25 %. «Ci aspettiamo che il mercato entri in una fase di consolidamento nei prossimi anni, guidato dall’evoluzione delle esigenze di protezione dei clienti e dall’insorgere di nuove tipologie di rischio, come il cyber. Tale rappresenta una forte opportunità per Assiteca per crescere sia organicamente che attraverso m&a», hanno sottolineato nei giorni scorsi gli analisti di Equita sim ricordando che Assiteca (nel cui capitale c’è Tikehau Capital col 24,18 %) dalla quotazione ha chiuso 13 acquisizioni con un esborso totale di circa 40 milioni. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf