L’auto, astro nascente del 2020

AUTO CONNESSE E I NUOVI DATI PER IL MERCATO ASSICURATIVO

LexisNexis® Risk Solutions sta sviluppando una gamma di soluzioni che sfruttano il potenziale dei dati provenienti dai veicoli delle case produttrici. Queste soluzioni forniranno nuovi dati alle compagnie assicurative e creeranno nuove opportunità per una miglior segmentazione, determinazione dei prezzi di vendita, creazione di prodotti su misura – e, non ultimo, per una maggior competitività.

  • Nel 2020, LexisNexis® può fornire dati ADAS granulari sulla struttura dei veicoli per l’85% delle auto circolanti in Italia, per i modelli prodotti dal 2014.

Il nostro obiettivo: Fornire dati e informazioni spendibili a tutti i segmenti della filiera assicurativa, per migliorare la predizione del rischio e offrire un’esperienza di acquisto di qualità superiore ai clienti.

La nostra strategia: Sviluppare soluzioni con un unico punto di accesso, complete, facili da utilizzare e da integrare nel flusso di lavoro del settore assicurativo.

Output per il settore assicurativo: Fornire una conoscenza completa dei veicoli, per l’uso quotidiano. Mettere a disposizione i dati delle auto connesse per formulare un profilo di rischio di guida in fase di sottoscrizione.

Grazie a un’unica integrazione, sarà possibile accedere a una serie di dati delle case automobilistiche, che potranno essere trasmessi all’intera catena del valore assicurativo al momento dell’utilizzo. Il nostro obiettivo finale è quello di fornire nuove opportunità per una miglior segmentazione, per generare più valore e essere più competitivi sfruttando queste nuove informazioni sui veicoli. Nel 2020, LexisNexis® Risk Solutions prevede di fornire al mercato assicurativo italiano una gamma di soluzioni che sfruttano e distribuiscono i dati dei veicoli provvisti di sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS), provenienti dai produttori di auto. L’obiettivo è offrire alle compagnie assicurative nuovi dati, nuove informazioni spendibili e non ultimo delle nuove opportunità per una migliore segmentazione, determinazione dei prezzi di vendita, prodotti e competitività.

Soluzioni telematiche connesse

Saremo in grado di fornire delle letture dati a distanza direttamente dal contachilometri dei veicoli. Sarà possibile così smettere di ricorrere alle stime, alle previsioni dedotte dalle proiezioni e prevenire una potenziale esposizione ad errori. Grazie alle soluzioni telematiche integrate delle case produttrici di auto, forniamo delle polizze UBI basate sull’uso effettivo del veicolo (UBI: usagebased insurance), così come soluzioni assicurative incentrate sul tempo di guida o sul chilometraggio effettivi (PAYD, pay-as-youdrive) o sullo stile di guida del conducente (PHYD, pay-how-you-drive). Ciò permette alle compagnie assicurative di creare una scala di punteggio del conducente per il mercato di massa, assieme a programmi per la sicurezza che possono essere integrati con i programmi UBI aftermarket.

Usare gli ADAS per ottenere nuove informazioni spendibili su larga scala

La maggior parte delle auto prodotte dal 2014 in poi è dotata di almeno un dispositivo per la sicurezza. Questi sistemi ADAS possono mandare degli avvisi al conducente, oppure sono in grado di completare delle attività di guida in maniera spesso più rapida e migliore di chi è al volante. Ma questi sistemi spesso e volentieri hanno nomi differenti e funzionano in maniera diversa, il che li rende difficili da integrare in fase di sottoscrizione. Per esempio, esistono oltre 40 nomenclature diverse per la frenata automatica di emergenza. Ci sono nomi diversi per i sistemi di cruise control adattivo. Questo dà origine a migliaia di combinazioni possibili per queste due semplici funzionalità ADAS. Partendo da milioni di stringhe di dati e informazioni provenienti da svariate fonti OEM, abbiamo creato una classificazione comune degli ADAS. In questo modo, sarà possibile sfruttare le informazioni riguardo i sistemi ADAS e le prestazioni dell’auto in fase di stipula della polizza.

Il cliente conta

Parte tutto dal cliente. Le nostre ricerche hanno dimostrato una crescente disponibilità da parte dei consumatori di condividere i dati relativi alla guida, in cambio di un valore aggiunto. Questo è il motivo per cui i clienti acconsentono a condividere questi dati, nel pieno rispetto della compliance e delle normative. Condivideremo con il settore assicurativo le nostre ricerche sui consumatori, che dimostrano che il mercato è pronto per una nuova gamma di prodotti che sfruttano il potenziale delle auto connesse.