La gestione flessibile secondo Poste Vita

Bassi costi, semplicità della struttura e gestione dinamica sono i punti forti per Soluzione Flessibile New

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Poste Vita Soluzione Flessibile New è prodotto d’investimento assicurativo di tipo unit linked della durata 7 anni, con possibilità di differirne per una sola volta la scadenza per un periodo di 3 anni. E’ previsto un premio unico ed eventuali versamenti aggiuntivi, a partire da 500 euro ciascuno, e le prestazioni del prodotto sono collegate all’andamento del fondo interno Poste Vita Soluzione Flessibile. Questa polizza ha l’obiettivo di realizzare una crescita del capitale attraverso le opportunità offerte dai mercati finanziari, grazie all’esperienza di Poste Vita e del partner Anima Sgr a cui è stata affidata la gestione del fondo interno. Il contratto si estingue automaticamente in caso di esercizio del diritto di recesso, di riscatto totale, di scadenza o di decesso dell’assicurato. La prestazione in caso di vita a scadenza prevede il pagamento agli aventi diritto di un importo collegato alla performance del fondo interno, senza alcuna garanzia finanziaria di rimborso dei premi versati o presenza di un rendimento minimo. La prestazione in caso di decesso dell’assicurato è analoga, ma in caso di decesso dal secondo anno in poi il capitale caso morte verrà maggiorato di una percentuale definita, in funzione dell’età dell’assicurato al momento del decesso. In ogni caso, il valore di tale incremento non potrà superare l’importo di 50 mila euro. Ad esempio, se il decesso avviene nel range di età 18-45 anni la maggiorazione sarà pari al 35%, per scendere al 25% tra 46 e 55 anni, e così via fino a raggiungere l’1% dai 66 anni in avanti. Tra le opzioni contrattuali, come anticipato, c’è la possibilità di differire per una sola volta la data di scadenza di un periodo pari a 3 anni, da definire entro 60 giorni dalla data di scadenza originaria. Il riscatto è previsto sia in misura totale che parziale, dopo 30 giorni dalla decorrenza, e non prevede penali. Il riscatto parziale è consentito a condizione che l’importo per il quale si intende chiedere il riscatto sia almeno pari a 500 euro e il controvalore delle quote residue sia non inferiore a 500 euro. In relazione ai versamenti aggiuntivi, l’importo di ogni versamento non può essere superiore a 15 mila euro ne inferiore a 100 euro. Il motore finanziario da cui dipendono i rendimenti del prodotto assicurativo è composto unicamente dal fondo Poste Vita Soluzione Flessibile, gestito da Anima Sgr, che prevede un’allocazione dinamica delle risorse orientata principalmente verso fondi diversificati. La propensione al rischio dell’investitore è quindi medio-bassa, e al momento della sottoscrizione l’assicurato dovrà avere un’età compresa tra 18 e 70. Lo stile di gestione adottato è appunto flessibile e non viene identificato un parametro oggettivo di riferimento (benchmark) con il quale confrontare il rendimento del fondo. Ai fini dell’individuazione del profilo di rischio si stima però una volatilità media attesa attorno al 6% annuo, e l’orizzonte temporale di investimento consigliato è pari a 7 anni. Il rendimento generato nel 2019, pari al 5,43%, permette di azzerare lo scivolone del 2018, ma la volatilità espressa ultimamente si attesta su livelli inferiori rispetto al 6% teorico dichiarato. Questo, unitamente ai costi abbastanza contenuti, permette di avere scenari di rendimenti confortanti, adatti per coloro che vogliono approcciare le potenzialità dei mercati finanziari senza eccessivo rischio. All’interno del Kid, che espone i valori attesi di rendimento già comprendendo tutte le voci di costo, sui 7 anni di orizzonte temporale suggerito si osserva che nel caso peggiore, di forte stress dei mercati finanziari, è da mettere in conto una perdita media annua del 4,15%. Lo scenario centrale vede invece un utile medio annuo prossimo all’1,35%, che si eleva ad un interessante +3,51% annuo nel caso di mercati favorevoli. I costi sono allettanti per un prodotto unit linked, fotografati all’1,47% annuo. (riproduzione riservata)