Indagine sulle polizze, la Finanza nelle sedi Fs

di Antonella Ladisi Indagine sulle polizze, la Finanza nelle sedi Fs
Su mandato della Procura di Roma ieri la Guardia di Finanza ha eseguito una serie di acquisizioni documentali in alcune sedi delle Ferrovie dello Stato. L’indagine riguarda la gestione dei servizi assicurativi di tutte le società appartenenti al gruppo (tra cui Trenitalia e Rfi) e la liquidazione di diverse coperture assicurative a favore di figure apicali del gruppo ferroviario.

L’iter aveva preso il via nell’ottobre dello scorso anno, quando due deputati di Italia Viva avevano presentato un’interrogazione parlamentare sulle gare di Fs chiedendo se l’attuale ad Gianfranco Battisti avesse realmente incassato nel 2014 due risarcimenti assicurativi per un valore totale di oltre 1,6 milioni. Il più cospicuo dei due gli sarebbe stato riconosciuto come indennizzo per inabilità, mentre l’altro dopo esser caduto in bagno durante una giornata lavorativa. In caso di riscontro positivo, l’indagine punterà a verificare se le cause dei due risarcimenti sono state valutate compatibili con le importanti responsabilità che il ruolo richiede.

Poco prima di passare alla guida di Ferrovie, Battisti era già stato rinviato a giudizio per truffa in una vicenda relativa al suo precedente mandato di ceo di Busitalia Sita Nord, anch’essa parte del gruppo Fs. L’attuale capo azienda era stato nominato nel 2018 dal precedente ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli al vertice del gruppo, in sostituzione di Renato Mazzoncini che a sua volta era stato designato dall’ex premier Matteo Renzi. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf