Generali, sale ancora Caltagirone

di Luca Gualtieri
Se in queste settimane nella Galassia del nord l’attenzione è tutta per Mediobanca e per la delicata assemblea del 28 ottobre, anche nell’azionariato di Generali si registra qualche movimento significativo. Francesco Gaetano Caltagirone ha appena arrotondato la propria partecipazione, portandola al 5,25% con un doppio acquisto. Nel dettaglio tra il 23 e il 30 settembre l’imprenditore romano (oggi primo socio privato della compagnia) ha comprato un pacchetto di 1,45 milioni di azioni a cui nei giorni successivi si sono aggiunti ulteriori 765 mila titoli, mentre sono finiti sul mercato 1,5 milioni di strumenti finanziari. Iniziative che confermano la volontà di rafforzare il fronte italiano dopo i pesanti acquisti degli anni scorsi. Con Benetton (3,99%) e Boroli-Drago (1,46%) inchiodati sulle proprie posizioni e in attesa di capire quale sarà la strategia di Del Vecchio (4,84%), Caltagirone sembra infatti destinato a proiettarsi in tempi brevi verso il 6%. La quota potrebbe incrementarsi ulteriormente in vista dell’assemblea che nel 2022 sarà chiamata a scegliere il nuovo vertice delle Generali. Su quella partita sono puntati anche gli occhi di Del Vecchio che, oltre alla partecipazione a Trieste, detiene oggi il 9,9% di Mediobanca (primo socio della compagnia al 12,86%). Sebbene in questi anni il rendimento del titolo Generali sia stato tutt’altro che disprezzabile, c’è chi ritiene che per i due imprenditori un maggior peso specifico nel capitale possa preludere a un maggiore attivismo sulla governance.

Tutto comunque dipenderà dalle iniziative di Del Vecchio in Mediobanca. Per decifrare le intenzioni di Mister Luxottica sarà molto utile l’esito dell’assemblea di ottobre. Non avendo presentato una lista, Delfin potrebbe astenersi o appoggiare Assogestioni, con il possibile effetto di portarla in maggioranza. La terza e più clamorosa alternativa sarebbe sostenere Bluebell, l’attivista inglese che tra le altre cose ha proposto di smontare la quota Generali e di distribuire le azioni ai soci di Piazzetta Cuccia. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf