Mapfre Assistance cessa le operazioni in Francia

Mapfre Assistance ha cessato la sua attività in Francia. In un comunicato stampa pubblicato il 9 ottobre, la CFDT Banques et Assurances ha annunciato di essere stata consultata a fine settembre sul progetto di “cessazione definitiva” delle attività di assistenza in Francia della controllata del gruppo spagnolo.
Un progetto che comporterebbe “licenziamenti economici collettivi” all’interno del fornitore di assistenza, poiché 33 posti di lavoro sarebbero interessati da questo piano sociale. 

Nell’agosto 2017, Mapfre aveva deciso di vendere i due marchi in Francia: Mapfre Assistance e Mapfre Warranty. Lo scorso dicembre, la società di assistenza specializzata nella copertura dei guasti meccanici Opteven aveva assunto il controllo di quest’ultima entità. Ma nessun acquirente era stato trovato per Mapfre Assistance, che è stata infine costretta a chiudere.
A seguito del comunicato da parte di CFDT Banques et Assurances, l’assicuratore spagnolo ha voluto fornire ulteriori dettagli, che sono stati pubblicati dal settimanale L’Argus.
“Mapfre non lascia la Francia.. Stiamo chiudendo una piccola linea di attività non redditizia, ma continuiamo ad operare nel settore della riassicurazione e della gestione patrimoniale”, afferma la compagnia. Mapfre mantiene la sua presenza in Francia attraverso la sua controllata riassicurativa Mapfre Re (21 dipendenti), ma anche attraverso la sua attività di investimento: l’assicuratore continua a detenere una partecipazione nel gestore del fondo La Financière Responsable.


Il processo di chiusura delle tre attività di Mapfre Assistance (assistenza di viaggio, prodotti di affinità – veicoli e persone – e garanzie meccaniche) “coinvolge poco più di trenta dipendenti a cui verrà offerto un piano sociale, con misure per incoraggiare, per quanto possibile, la delocalizzazione dei lavoratori interessati”, dice il gruppo spagnolo. 

Mapfre Assistance