La polizza cerca nuovi canali

Per esempio Zurich ha firmato un’intesa con Eni Gas e Luce. E Iren Gas e Servizi con Con.Te. Se ne discute al Milano Festival delle Assicurazioni che prende il via oggi alla Fabbrica del Vapore

Non soltanto agenti e banche. Le compagnie sperimentano nuovi canali distributivi per collocare le loro polizze e aumentare così più velocemente la penetrazione delle coperture assicurative nel mercato italiano. Dalle agenzie immobiliari ai rivenditori auto, passando per le utility che di recente hanno destato l’interesse delle compagnie: Zurich ha firmato un’intesa di sette anni con Eni Gas e Luce per offrire prodotti assicurativi ad un bacino potenziale di 8 milioni di clienti e in ballo non ci solo polizze di coperture in caso di guasto dell’impianto elettrico o della caldaia ma pure di prodotti per la famiglia, la casa e la piccola impresa. Mentre Iren Gas e Servizi ha appena siglato un accordo con Con.Te, marchio del gruppo inglese Admiral, per offrire polizze auto e moto e gli assicurati della compagnia avranno a loro volta incentivi per il passaggio alle utility. Evoluzioni che vengono accelerate dalle nuove potenzialità offerte dalla tecnologia con il fiorire di piattaforme innovative che puntano a migliorare il servizio agli assicurati per avvicinarlo ad altre esperienze di acquisto, rapide e istantanee, sperimentate in altri comparti merceologici, semplificando la relazione con i clienti. Argomenti che saranno discussi nel corso del convegno «L’altra distribuzione assicurativa» che si terrà domani alle 16.00 nell’ambito del primo Milano Festival delle Assicurazioni alla Fabbrica del vapore, in Via Procaccini. La tre giorni di eventi dedicati al settore assicurativo che si apre questa mattina con il XVIII Insurance day organizzato da MF-MilanoFinanza in collaborazione con Accenture proseguirà con convegni che affronteranno i temi caldi del settore. Come appunto le nuove frontiere della distribuzione. Alla tavola rotonda, coordinata da Anna Messia, giornalista di MF-Milano Finanza, prenderanno parte l’amministratore delegato di Iren Mercato, Gianluca Bufo, che farà il punto sulle iniziative dell’utility di Reggio Emilia nel settore delle polizze e Michele Cristiano, l’amministratore delegato di CF Assicurazioni, la compagnia del gruppo immobiliare Tecnocasa, da tempo attiva nel settore della protezione del credito e nella cessione del quinto che di recente ha ampliato l’attività al welfare e alle polizze casa. Gianluca De Cobelli, amministratore delegato e fondatore dell’insurtech Yolo, Tomaso Mansutti, amministratore delegato dello storico Mansutti broker e Denis Girola, amministratore delegato di Sermetra Assistance, parleranno invece delle piattaforme tecnologiche lanciate negli ultimi mesi a servizi di banche, gruppi affinity o agenzie diverse da quelle assicurative come nel caso di Sermetra che potenzialmente ha a disposizione una rete circa 2.400 sedi tra pratiche auto e scuole guida, ma che nel suo business plan guarda anche ad agenti e broker. Le potenzialità del settore automobilistico saranno poi illustrate da Maria De Nobili, responsabile business unit auto motive di Nobis assicurazioni mentre Bruno Scaroni, Group Strategy & Business Accelerator di Generali, e già numero uno di Europ Assistance Italia, farà il punto sulle potenzialità degli accordi business to business per il gruppo di Trieste, a partire dai buoni risultati ottenuti dal Leone in Asia e America Latina grazie ad alleanza con partner locali. Tutte novità che andranno realizzate e messe a punto all’interno delle nuova direttiva sulla distribuzione assicurativa (Idd) che ha alzato le tutele per gli assicurati, focalizzando l’attenzione sugli effettivi bisogni della clientela. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf