Per i giovani agricoltori due anni di esonero Inps

Un anno ancora di operatività all’incentivo dell’esonero contributivo dei giovani agricoltori. Chi si iscriverà per la prima volta alla previdenza agricola nel corso del prossimo anno, avendo meno di 40 anni, potrà usufruire dell’esonero contributivo per due anni (tre anni, quest’anno). A stabilirlo è l’art. 57 della bozza di ddl bilancio 2020.
Esonero biennale. L’incentivo si rivolge ai giovani lavoratori che intraprendano una nuova attività agricola tra il 1° gennaio 2020 e 31 dicembre 2020. Nello specifico è riconosciuto a coltivatori diretti (Cd) e imprenditori agricoli professionali (Iap) che non abbiano compiuto 40 anni d’età al momento di iniziare la nuova attività agricola.
L’incentivo consiste nella possibilità di non versare contributi all’Inps, senza tuttavia subire conseguenze negative per la pensione, per un periodo massimo di 24 mesi. L’esonero opera in relazione alla quota contributiva per invalidità, vecchiaia e superstiti (Ivs) e per il contributo addizionale (ex comma 1, art. 17, della legge n. 160/1975) cui è tenuto lo Iap e il Cd per l’intero nucleo. Sono esclusi dall’incentivo, invece, il contributo maternità (art. 66 dlgs n. 151/2001) per ciascuna unità attiva iscritta alla gestione speciale dei coltivatori diretti e per gli imprenditori agricoli professionali; il contributo Inail, dovuto dai soli coltivatori diretti.
Mutuo «rosa». Al fine di favorire lo sviluppo dell’imprenditoria femminile in agricoltura, inoltre, lo stesso art. 57 della bozza di manovra per il 2020 prevede che, con decreto da emanarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore della manovra, venga disciplinata la concessione di «mutui» a tasso zero a favore di iniziative finalizzate allo sviluppo o al consolidamento di aziende agricole condotte da imprenditrici, attraverso investimenti nel settore agricolo e in quello della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Il mutuo è concesso nel limite di 300.000 euro, per la durata massima di 15 anni comprensiva del periodo di pre ammortamento, nel rispetto della normativa in materia di aiuti di stato per il settore agricolo e per quello della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.
© Riproduzione riservata

Fonte: