Famiglia, polizze su misura

Una panoramica delle opportunità. L’approccio modulare risulta sempre più diffuso
Dagli animali domestici al cyberbullismo: tutele a 360°
Pagina a cura di Irene Greguoli Venini

L’offerta delle assicurazioni dedicate alla casa e alla famiglia si arricchisce e diventa sempre più personalizzabile. Si diffondono infatti le proposte modulari, che consentono ai clienti di costruirsi una polizza su misura, in base alle proprie esigenze e al proprio stile di vita, integrando anche coperture come la protezione di tablet e smartphone e per i rischi informatici, le spese legate alla cura di cani e gatti, cominciando a usare soluzioni tecnologiche nell’ambito dell’internet delle cose.

Sempre più diffuso l’approccio modulare. Tra le soluzioni proposte dalle banche c’è per esempio la piattaforma per la protezione di casa e famiglia di CreditRas Assicurazioni (Gruppo Allianz) dedicata ai clienti UniCredit.
Il prodotto si chiama UniCredit My Care Famiglia e offre la possibilità di scegliere tra otto moduli attivabili senza vincoli di combinazioni: il modulo Casa serve a proteggere e ad avere una serie di servizi per la propria casa e per il contenuto, quello Famiglia per difendersi anche da piccoli imprevisti quotidiani; c’è anche un’opzione Seconda casa e una Persona in caso di infortuni.
Per chi ha animali domestici c’è la possibilità di attivare Qua la Zampa, dedicato a cani e gatti con una copertura che rimborsa le spese veterinarie. Poi c’è il modulo Catastrofi naturali per i danni dovuti a terremoti e alluvioni, quello Cyber risk per i rischi del web e quello Sport per l’attività sportiva.
Il premio è determinato, per ogni modulo, in base alle garanzie, ai servizi e ai massimali scelti a composizione della polizza e viene addebitato mensilmente su conto corrente UniCredit o su carta prepagata della gamma Genius Card.
A un anno dal lancio, l’offerta è stata scelta da più di 100mila clienti. Sono circa 60mila i moduli Famiglia sottoscritti e, tra questi, nel 26% dei casi è stata aggiunta la componente Smartphone & Tablet per la protezione dei device tecnologici, nel 54% l’Assistenza Casa Ovunque per gli interventi in emergenza che seguono tutti i componenti del nucleo familiare in qualsiasi abitazione siano sul territorio nazionale.
Sono invece più di 35 mila i moduli Casa sottoscritti: nel 23% dei casi è stata scelta la componente Elettrodomestici che porta a 6 anni la garanzia del produttore, includendo i condizionatori, mentre la copertura Furto è stata scelta dal 34%. In alcuni casi vengono peraltro proposte soluzioni IoT (Internet of Things) per esempio per la casa (con Home Box, un dispositivo dotato di sensori per il fumo, l’acqua, il gas, per il monitoraggio in tempo reale della propria dimora) e per la cura dell’animale domestico (grazie a un collare in grado di geo-localizzarlo).
Anche Cattolica opta per la modularità con un nuovo prodotto chiamato Active Casa&Persona, che consente di costruire la polizza su misura attivando le garanzie più adatte al proprio stile di vita.
Per quanto riguarda l’abitazione, il cliente, proprietario o inquilino, può proteggere l’abitazione in caso di incendio, calamità naturali, furto, e godere di un’assistenza specifica con interventi di emergenza e di artigiani. Inoltre, grazie alla partnership con IMA Protect, azienda attiva nel settore della telesorveglianza, è prevista la possibilità di installare sistemi di sicurezza, a portata di smartphone: da due centrali di telesorveglianza, operatori specializzati garantiscono la sicurezza dell’abitazione gestendo gli allarmi a distanza e attivando, se necessario, un eventuale pronto intervento sul posto.
Per rispondere alle esigenze connesse alla peculiarità del territorio italiano, fortemente esposto alle calamità naturali, è stata inserita anche una importante tutela economica al verificarsi di eventi catastrofali, quali terremoto, alluvione, inondazione e allagamento. Oltre a indennizzare i danni subiti dall’abitazione e dai beni contenuti, la garanzia copre le spese di prima necessità, per un alloggio sostitutivo e per il trasferimento e la custodia dei beni non colpiti dall’evento.
Per la persona, c’è un’offerta declinata su quattro stili di vita dei segmenti di clientela: metropolitano, digitale, dinamico, previdente, con proposte dedicate, indipendenti e integrabili.
In quest’ambito c’è anche sezione dedicata alla difesa del reddito, grazie alla quale l’assicurato può far fronte a canoni di locazione, utenze e spese condominiali in caso di difficoltà.
Per i clienti digitali è possibile attivare la soluzione cyber risk, per proteggersi dai rischi informatici, che include la responsabilità civile e tutela legale e alcuni servizi, come l’analisi delle vulnerabilità e la protezione dell’identità digitale. Una copertura specifica prevede il risarcimento in caso di furto online di fondi personali, come l’uso non autorizzato di carte di pagamento o l’accesso illecito al conto bancario online.
Un’ulteriore tutela è infine quella contro i rischi del cyber bullismo e del cyber mobbing, anche attraverso il blocco dei dati utilizzati, i servizi di consulenza telefonica e il rimborso delle cure di assistenza psicologica.
È stata introdotta anche una sezione per la protezione di cani e gatti, con il rimborso delle spese veterinarie per interventi chirurgici e visite specialistiche, responsabilità civile per i danni a terzi e diverse prestazioni di assistenza (per esempio il recupero dell’animale smarrito, la custodia temporanea, il trasporto veterinario, il pet sitter) e di tutela legale.
Oppure c’è HomeFlix, soluzione che nasce dalla partnership tra Zurich Connect, l’assicurazione online del Gruppo Zurich in Italia e Yolo, gruppo di servizi e d’intermediazione assicurativa totalmente digitale. Si tratta di una polizza casa acquistabile e attivabile dal proprio smartphone, che consente di risolvere le emergenze domestiche quotidiane con il supporto di Flix, chatbot conversazionale disponibile 24 su 24 e 7 giorni su 7. Chiunque (proprietario e inquilino) può assicurare l’abitazione mensilmente, attivando e disattivando i servizi di protezione quando si vuole e in mobilità, ed è possibile aggiungere nuove garanzie in qualunque momento. Tra i primi servizi ci sono la gestione delle emergenze (per esempio l’intervento di un idraulico ed elettricista) ma anche servizi di conciergerie (come la lavanderia a domicilio), che si arricchiranno con altre opzioni come il baby sitting e i servizi di pulizia.
Un’altra soluzione è SarainCasa di Sara Assicurazioni, anche in questo caso personalizzabile, con tutele dedicate al furto e alla rapina, incendio e altri danni ai beni, con la possibilità di integrazione della garanzia cristalli, coperture in caso di terremoto e alluvione, per gli animali, e la responsabilità civile. Per esempio la garanzia responsabilità civile del capofamiglia e suoi familiari conviventi indennizza per le spese di risarcimento per danni involontariamente procurati a terzi, inclusi i danni derivanti dalla proprietà e dall’uso di apparecchi domestici ed elettrodomestici in genere (compresi lo spargimento di acqua a seguito di guasti o della mancata chiusura dei rubinetti), quelli causati dalla caduta di neve e ghiaccio non tempestivamente rimossi da cornicioni e tetti, quelli per l’intossicazione o l’avvelenamento causati da cibi e bevande ingeriti nella dimora dell’assicurato; è possibile coprire anche i danni all’immagine, alla vita di relazione e alla reputazione derivanti dalla violazione della legge sulla privacy, causati dalla pubblicazione sui social network o, più in generale online, di immagini fotografiche e filmati di soggetti terzi senza consenso, oltre a quelli causati dall’esercizio, a scopo ricreativo, di attività sportive, e quelli dovuti all’incendio, esplosione o scoppio di cose del cliente.

Italiani poco propensi alle polizze per la casa. C’è comunque da osservare che nonostante l’offerta sia sempre più ricca, sembrerebbe che gli italiani abbiano ancora non poche resistenze a stipulare assicurazioni sulla casa, come è evidenziato da una recente ricerca condotta da SWG e commissionata da Zurich. Dallo studio emerge infatti che su tutto il territorio nazionale solo il 34,2% delle case è assicurato; in quasi il 40% dei casi però chi ha una polizza ha anche in corso un mutuo e quindi di fatto non si tratta di una scelta spontanea perché l’accensione di un finanziamento bancario comporta obbligatoriamente la stipula di una copertura almeno contro incendio e scoppio. Tra gli eventi più temuti c’è innanzitutto il furto (per il 54% dei proprietari di prima abitazione), seguito dal rischio di intrusione (50%), gli incendi (29,1%), l’allagamento a causa dello scoppio di una tubatura (28,9%), la fuga di gas (28,9%) e i danni elettrici (24%). In tutto ciò, tra chi non ha ancora una polizza di questo tipo, oltre il 31% si dichiara non interessato, il 35% è possibilista e un terzo ha rinunciato all’idea dopo averla valutata; la metà ritiene di non stipularla perché troppo costosa, nel 28,1% dei casi invece la rinuncia è dovuta alla poca fiducia nelle compagnie, mentre il 16% non pensa che sia utile.
© Riproduzione riservata

Fonte:
logoitalia oggi7