RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 30/10/2018

logo_mf

Gli Usa vogliono essere i numeri uno nella blockchain

L’America ha deciso di entrare nell’industria del blockchain e sta gettando tutto il suo peso nell’arena. La Sec ha deciso di occuparsi di criptovalute. L’autorità di vigilanza ha annunciato l’apertura di una nuova divisione dedicata alla vigilanza delle startup fintech per monitorarne servizi e prodotti. Sullo schermo radar degli ispettori della Sec verranno catturate le Ico, cioè le offerte di token per l’acquisto di servizi sulle piattaforme blockchain.

 

Un paper sul Pir realizzato da Deloitte, Nctm e JeMe Bocconi studenti fa il punto sul successo dei piani, ma avverte che ora ci potrà essere un rischio bolla finanziaria sui titoli Pir compliant. Il Mise critica le commissioni e si sofferma su luci e ombre dello strumento. Mentre Eurizon lavora sugli Eltif

La divisione private banking di Credem, in linea con la strategia di crescita del gruppo, ha l’obiettivo di arrivare a fine anno a 1,2 miliardi di euro di nuova raccolta e a 1.500 nuovi clienti.
Il documento unico di circolazione e di proprietà per i veicoli assoggettati al regime dei mobili registrati sarà costituito dalla carta di circolazione redatta secondo le disposizioni contenute nella direttiva 29 aprile 1999, n. 1999/37/CE del Consiglio, nella quale dovranno essere annotati i dati relativi alla situazione giuridico-patrimoniale dei veicoli, la sussistenza di possibili ipoteche, di provvedimenti amministrativi e giudiziari ed eventuali provvedimenti di fermo amministrativo.
Debutta la rivalutazione del danno biologico. A spiegare l’operazione che, introdotta del 2016 è rimasta inapplicata due anni a causa dell’Istat negativo, è l’Inail nella circolare n. 41/2018 di ieri. L’istituto spiega che l’aumento è pari all’1,1% e va applicato agli importi già maggiorati del 16,25%, corrispondente alle rivalutazioni straordinarie degli anni passati, comportando la riliquidazione degli indennizzi in capitale e dei ratei di rendita maturati a partire dal 1° luglio.

Repubblica_logo

  • La strage degli alberi sradicati dal vento 7 morti da Nord a Sud
Sette morti, una strage che conferma nei numeri gli allarmi della vigilia ma che ha sovvertito nei modi ogni previsione. E l’allarme non cessa, la Protezione civile ha diramato per oggi un’allerta rossa in cinque regioni del Nord ( Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli e Trentino) e le previsioni annunciano per domani sera un nuovo peggioramento.

corsera

  • L’Italia spazzata da venti e pioggia. Sette morti e un disperso in mare
È un vero e proprio bollettino di guerra: sette morti, un disperso e decine di feriti. È questo a tarda sera il bilancio dall’ondata di maltempo che ha tormentato tutta l’Italia con piogge torrenziali, trombe d’aria e mare in tempesta. Le raffiche di vento hanno toccato i 180 chilometri orari e sradicato migliaia di alberi.
  • Ferito dai pallini a nove anni durante la battuta di caccia col padre
Nessuno, nel capanno di appostamento per la caccia alle anatre dove si riunivano sempre, tra le frazioni di Passatempo e Padiglione, sembrava essersene accorto. È stato il bambino di 9 anni, domenica pomeriggio, ad avvicinarsi al papà dicendo che aveva male al collo e alla schiena. La vista del sangue ha gettato nel panico il genitore e i 3 amici cacciatori. 20 pallini, insieme a schegge di cemento, lo avevano raggiunto fra testa, collo, viso, spalla e una mano. Un colpo di fucile rimbalzato sul muretto della struttura invece di finire all’esterno

  • Pir, in 5 anni la raccolta può toccare i 50 miliardi
Un bacino di 9mila aziende che possono aprirsi al mercato dei capitali, una stima di raccolta dei Pir tra i 35 e i 50 miliardi in 5 anni e la possibilità che nel triennio 2018-2020 ci siano almeno 160 nuove quotazioni. Ecco alcuni punti del corposo studio sui piani individuali di risparmio, realizzato da JeMe Bocconi su iniziativa di Deloitte e di Nctm Studio Legale e presentato ieri a Milano.

 

  • Contro il rumore risarcito il danno non patrimoniale
Rumori, fumi e odori pesanti dalla canna fumaria del ristorante: la Cassazione, con l’ordinanza 23754/2018, detta regole severe sulle competenze dei giudici e sui risarcimenti e conferma la sentenza del Tribunale di Agrigento, che aveva disposto lo smantellamento della canna fumaria e un risarcimento di 5mila euro per il danno non patrimoniale. E stabilisce due importanti principi in materia di immissioni moleste.

Gli acquirenti di nuove case non sono stati compensati nonostante la scarsa manifattura e le imprese di costruzione in bancarotta: la Federazione francese dell’edilizia evoca il rischio di una grave crisi nei prossimi anni per il sistema assicurativo costruzione francese. Un nuovo fallimento, quello dell’assicuratore danese Qudos, alimenta la preoccupazione. È sempre lo stesso scenario: le persone che hanno acquistato un appartamento sulla carta, o il cui edificio ha subito una ristrutturazione importante, scoprono, in occasione di cattive lavorazioni, che l’assicurazione danni non darà loro nessun indennizzo per i vizi di costruzione perché il promotore ha stipulato un’assicurazione a basso costo con un assicuratore straniero andato in bancarotta.

Handelsblatt

 

  • Le compagnie investono molto per ovviare al deficit nella digitalizzazione
Solo nel 2017 l’intero comparto ha investito 4,4 mld in nuovi sistemi