Ping An: investimenti all’estero in digital health e fintech

Ping An sta scandagliando i mercati internazionali a caccia di nuove opportunità di investimento.

Nel mirino del gruppo assicurativo cinese due settori ben precisi: fintech e digital health.

Jonathan Larsen, chief innovation officer della compagnia ha spiegato del Ping An sta valutando diverse opzioni attraverso Global Voyager Fund che è il fondo di proprietà da oltre 1 miliardo di dollari focalizzato sugli investimenti all’estero.

“Ci sono delle opportunità davvero molto interessanti”, ha detto Larsen in un’intervista a CNBC. “In questo momento stiamo lavorando con una società che ad esempio è in grado di identificare l’insorgere di 30 diverse malattie attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale che si attiva con la scannerizzazione della parte posteriore dell’occhio”.