L’assicurazione cambia mezzi

di Francesca Sottilaro

Da «assicurazione auto e moto» a nuove applicazioni nel ramo vita e casa come nel commercio; da startup poco conosciuta fino al 2014 a quarto player italiano con una brand awareness del 62% nel 2018, obiettivo il podio.
ConTe.it, operatore online del gruppo inglese Admiral, porta a Milano la sua case history a dieci anni dal lancio italiano, avvenuto nel 2008. E annuncia nuovi investimenti, come le sponsorizzazioni in Serie A, oltre ai progetti per gli anni a venire che Costantino Moretti, a.d. della società, definisce «cruciali» per il mondo assicurativo e l’evoluzione dei suoi mezzi. «Pensiamo solo a cosa sta accadendo nel settore tech: molti player, da Google ad Amazon, si sono affacciati al comparto assicurazioni, il primo addirittura abbandonandolo. Mentre al nostro mondo servirà sempre più l’hardware», ha spiegato l’a.d. a ItaliaOggi, «detto questo è facile prevedere che nei prossimi 10-15 anni si assisterà a nuove partnership e applicazioni. Esistono già operatori puramente ”smart”. che legano ad esempio la condotta del singolo, se fa sport o meno, a premi ad hoc e facilitazioni. E le soluzioni potrebbero essere infinite, legate sempre più a mezzi fisici, in primis gli smartphone ma anche le auto».
Nel 2017 la raccolta di ConTe.it ha raggiunto 170 milioni di euro. Il 2018, un anno «di crescite modeste o decrescite» per diversi player, vede il marchio a +23% per raccolta premi e al +50% alla voce ricavi. «Puntiamo al podio, oggi siamo il quarto operatore», ha aggiunto Moretti.

La regola per arrivarci? «Abbiamo studiato tutte le app possibili, inclusa Airbnb, per garantire una reale preventivazione veloce, in 4 minuti esatti. E poi il team interno (la compagnia è risultata terza nei Great place to work)».
Si guarda anche a nuovi settori come il ramo vita e casa già coperti da Admiral in Gran Bretagna. «Non escludiamo che in futuro sparisca la dicitura “auto e moto”, questo perché vorremmo ampliare il raggio di azione, anche ai veicoli commerciali», ha sottolineato Moretti, «mentre tra le ultime novità c’è l’allargamento dell’offerta ai prestiti personali grazie alla collaborazione con Younited Credit».
Il 2018 è l’anno del debutto di ConTe.it in Serie A, per aumentare la notorietà del marchio. «Oggi ci conoscono 6 italiani su 10», dice Moretti, «grazie anche agli spot tv e alla presenza come sponsor della Serie B l’anno passato».

ConTe.it comparirà accanto a dieci squadre. In partnership con Infront sarà visibile nelle partite di Campionato e di Coppa Italia dei club e degli stadi di Torino, Lecce, Cagliari, Chievo, Fiorentina, Frosinone, Genoa, Sampdoria, Udinese e Palermo. L’accordo configura inoltre ConTe.it come premium partner del club Lazio, che conferisce al brand i diritti promopubblicitari, di usufruire degli spazi ed eventualmente di esercitare altri diritti accessori in esclusiva.
La voce del marketing, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, vale oltre 10 milioni di euro, tra comunicazione e investimenti sui siti di comparazione e motori di ricerca. Per le attività sui mezzi tradizionali la società ha annunciato investimenti pari a 2 milioni di euro, in linea con il 2017. Nel gruppo è arrivata poi Barbara Panzeri, nominata head of marketing e prodotto, oltre a Paolo Rozzi, nominato head of claims.

Per Admiral, gruppo attivo nel ramo assicurativo viaggi, casa e auto (2,96 mld di sterline il 2017) l’anno in corso coinciderà, causa Brexit, con il trasferimento del quartier generale «in Spagna, a Madrid», ha concluso Moretti.
© Riproduzione riservata

Fonte: