La liquidazione del danno non patrimoniale non può comportare un profitto

Il principio di equivalenza del risarcimento del danno effettivamente ricevuto implica che la liquidazione del danno non patrimoniale, da un lato non deve comportare una perdita, ma dall’altro non può nemmeno comportare un profitto.

Cassazione civile sez. III, 12/06/2018 n. 15213