Francia: meno compagnie, più solvibilità

Prosegue il fenomeno di consolidamento nel mercato francese: A fine 2017, secondo i dati riportati dall’Authority ACPR, le entità assicurative sotto il suo controllo erano 741 contro i 774 di un anno prima.

Il calo si spiega con la tendenza alla concentrazione delle mutue, che sono passate da 446 a 420 in un anno.

A fine 2017, la raccolta premi lorda globale si è assestata a 293 mld di euro, in leggero calo rispetto a fine 2016 (-1,4 %).

Il risultato tecnico globale del settore migliora a 13,3 mld contro 12 del 2016. Il risultato netto e la redditività del settore sono stabili, rispettivamente a 11,6 mld e  6,5 % per il RoE.

Il settore danni ha beneficiato di venti favorevoli, con premi lordi in crescita del 5% e un risultato tecnico in miglioramento che ritrova i livelli del 2015. Nel vita, i fondi in valuta rappresentano il 60% della raccolta.

Quanto alla solvibilità, il tasso di copertura media del capitale migliora a 238%, contro il 222% del 2016, grazie in particolare alla progressione delle compagnie vita e miste. Il margine medio del settore è nella media degli altri paesi UE.