Allianz mette agenti e consulenti fianco a fianco

L’innovazione che stanno realizzando nel gruppo Allianz non è solo di tipo tecnologico. La compagnia ha fatto da anni della digitalizzazione un suo cavallo di battaglia, ma in questi mesi c’è anche un’altra novità cui sta lavorando il gruppo guidato in Italia da Giacomo Campora. «Per la prima volta vogliamo far lavorare, fianco a fianco, agenti di assicurazioni e consulenti finanziari che operano nel gruppo in Italia», ha detto ieri Paola Pietrafesa, amministratore delegato di Allianz Bank. Prima di salire al timone del gruppo Campora è stato a lungo anche amministratore delegato di Allianz bank. Si tratta quindi di un mondo che conosce bene, come anche quello assicurativo, e ora l’obiettivo è di creare maggiori sinergie tra gli agenti e chi si occupa della consulenza finanziaria.

«L’Italia è l’unico mercato dove Allianz, colosso assicurativo mondiale, controlla una banca», ha continuato Pietrafesa, «è lo ha fatto perché il modello dei consulenti finanziari nel Paese è simile a quello degli agenti». Ora, grazie anche alla partenza della nuova direttiva europea sulla distribuzione assicurativa (Idd, ndr) simile in molti aspetti alla Mifid II, il gruppo sta lavorando a questo nuovo progetto. Un modello misto, quella tra agenti e consulenti, che in verità tante volte in passato le assicurazioni hanno tentato di avviare, scontrandosi però con difficoltà nella gestione dei clienti e delle commissioni. Questa volta in Allianz sono però certi di aver trovato gli accordi giusti per istituire un modello di successo. «Abbiamo già creato i primi due poli assicurativo-finanziari a Palermo e a Vicenza», ha concluso Pietrafesa, «e stiamo ottenendo ottimi risultati». (riproduzione riservata)

Fonte: