Alleanza Honda-General Motors nell’auto autonoma

di Luciano Mondellini

General Motors e Honda si sono alleate nella corsa per le auto autonome. La casa giapponese ha infatti acquistato una quota del 5,7% in Cruise Holding, la divisione auto senza guidatore del costruttore di Detroit. L’obiettivo è che le due società insieme costruiranno veicoli autonomi destinati al mercato mondiale. «Questo è il logico passo successivo nel rapporto fra Gm e Honda: insieme possiamo offrire a Cruise il miglior design al mondo e una portata globale», ha affermato l’amministratore delegato di General Motors Mary Barra. Mentre la borsa in apertira della borsa di Wall Street premiava il titolo della casa statunitense.

L’alleanza siglata prevede in particolare che Honda investa 2,75 miliardi di dollari in Cruise, di cui 750 milioni subito e ulteriori 2 miliardi di dollari in 12 anni.
Nel dettaglio Honda a Gm lavoreranno insieme per lo sviluppo di auto autonome da produrre in volumi elevati, si legge in una nota. L’investimento di Honda segue quello effettuato da Softbank in Cruise, creata da Gm per attirare capitali da investitori che non vogliono essere esposti al business della produzione di auto. I fondi di Softbank e Honda consentiranno a Gm di continuare a sviluppare servizi di auto autonome senza sottrarre capitale dalle sue attività tradizionali. Grazie a queste investimenti Cruise diventa insieme a Waymo di Google la società leader nel settore delle tecnologie delle auto che si guidano da sole. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf