Rc avvocati, obbligo prorogato

536

A disposizione altri 30 giorni per sottoscrivere la polizza
di Gabriele Ventura

Proroga a tempo scaduto per l’assicurazione obbligatoria degli avvocati. Nel giorno dell’entrata in vigore dell’obbligo, per tutti i legali, di dotarsi di una polizza a copertura dei rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale e degli infortuni, è stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 238 di ieri) un decreto del ministro della giustizia del 10 ottobre scorso che ne dispone il rinvio di 30 giorni. Motivo? Il Consiglio nazionale forense è in ritardo con il perfezionamento della procedura di definizione della convenzione collettiva che offre agli iscritti una polizza a condizioni di particolare favore. Lo scrive lo stesso ministro della giustizia, Andrea Orlando, all’interno del decreto, anticipato ieri dal Cnf agli ordini territoriali, alle unioni regionali forensi e alla Cassa forense. Ordini e avvocati, infatti, aspettavano da tempo le istruzioni del Cnf in merito alla polizza in convenzione, arrivate solo a poche ore dall’entrata in vigore degli obblighi previsti dal dm 22 settembre 2016 (si veda ItaliaOggi di ieri). La compagnia che si è aggiudicata il bando di gara è infatti Aig Europe, e i punti qualificanti della polizza presentata dal Cnf sono, tra l’altro: la copertura di tutti i danni provocati nell’esercizio dell’attività, sia patrimoniali, sia non patrimoniali, indiretti, permanenti, temporanei, futuri, anche per colpa grave, la copertura della responsabilità civile derivante da fatti colposi o dolosi di collaboratori, praticanti, dipendenti, sostituti processuali. È inoltre prevista la copertura della responsabilità per danni derivanti dalla custodia di documenti, somme di denaro titoli e valori ricevuti in deposito, la copertura della responsabilità solidale dell’avvocato, la retroattività illimitata, la ultrattività illimitata in caso di cessazione dell’attività. In caso di sinistro, poi. È previsto il divieto di recesso da parte dell’assicuratore, la copertura Rc verso terzi e prestatori d’opera, la facoltà di reintegro del massimale in caso di sinistro. I premi partono da 117 euro per i giovani avvocati ed è possibile effettuare combinazioni assicurative senza franchigia. Per fare alcuni esempi, secondo la convenzione Cnf-Aig, l’avvocato con fatturato fino a 15 mila euro, massimale da 350 mila euro e nessuna franchigia paga un premio di 146 euro, se invece il fatturato va da 70 mila a 100 mila euro, il massimale è pari a un milione e la franchigia a 250 euro, il premio è di 289 euro. Per ogni ordine territoriale che aderirà alla polizza del Cnf, è previsto uno sconto sui premi aggiudicati a gara in funzione del numero di adesioni alla convenzione: se compreso tra il 5 e il 10% degli iscritti all’albo, lo sconto è del 5%, se tra il 10 e il 15%, lo sconto sarà del 10%.
Fonte:
logoitalia oggi7