Gli intermediari assicurativi francesi verso un’unica associazione

Dopo aver dato prova di unione nell’interesse della categoria di intermediari di assicurazione, inviando lettere congiunte alla Commissione UE e alle altre istituzioni europee e nazionali, per il rinvio della IDD, gli organismi rappresentativi dei broker, agenti generali e consulenti finanziari francesi costituiscono un’unica associazione di categoria.

Lo scorso 17 ottobre infatti, la federazione nazionale dei gruppi agenti di assicurazione (Agéa) e Planète Courtier, l’associazione francese dei broker di assicurazione, hanno aderito all’association nationale des conseils et intermédiaires d’assurances (ANCIA) fondata da circa un anno dalla chambre syndicale des courtiers d’assurances (CSCA) e dall’association nationale des conseils financiers (Anacofi).

L’ANCIA conta quindi attualmente su 4 associazioni di categoria, che rappresentano insieme 30.000 imprese e 75.000 operatori del settore dell’intermediazione e della consulenza assicurativa in Francia.

L’obiettivo è la difesa degli interessi comuni e il valore aggiunto degli agenti, broker e consulenti finanziari in un momento particolarmente difficile, tra sfide regolamentari senza precedenti (IDD, Priip’s, Mifid 2, RGPD…) e disintermediazione.

Le azioni e i mezzi di azione verranno condivisi, ma ogni organizzazione, attraverso i prpri statuti e la propria governance, manterrà le realtive specificità e perseguirà le sue azioni specifiche.