AVIVA, nuovo tool per valutare le perdite di un sinistro

Il gruppo Aviva lancia sul mercato britannico un nuovo tool dedicato all’area sinistri e capire l’esatto valore di un sinistro.

Dopo un incidente non è sempre facile valutare cosa sia meglio fare. Ad esempio, conviene far riparare l’auto incidentata o è meglio considerarla come una perdita totale? Un dilemma tutt’altro che raro e che richiede però risposte veloci, perché bisogna decidere cosa fare prima di avviare con l’assicuratore le procedure per il rimborso.

Aviva ha realizzato un nuovo tool digitale destinato ad aiutare i clienti a scegliere come comportarsi, se far riparare l’auto incidentata o chiederne il risarcimento per la sua perdita totale in tempi molto rapidi, valutati in circa il 70% in meno rispetto alla media.

Detto che Aviva gestisce ogni anno più di 40.000 sinistri auto, nei quali il costo di riparazione supera il valore dell’auto, il nuovo strumento di analisi stabilisce cosa converrà al cliente dal punto di vista economico, offrendo così un aiuto importante nella scelta finale che spetterà sempre al cliente. Informazioni che l’assicurato potrà ricevere via telefono dalla compagnia, nel momento in cui denuncia il sinistro e che significa, tra le altre cose, non dover aspettare le valutazioni della carrozzeria e quindi un rapporto veloce, chiaro tra assicuratore e cliente, nella massima trasparenza.

Ma come funziona il nuovo servizio?

Innanzitutto, viene chiesto ai clienti di specificare quale sia la parte dell’auto danneggiata dal sinistro e quanto sia grave. I dati vengono inseriti nel nuovo tool che calcola il costo dei danni sulla base dei dati storici in possesso relativi alle precedenti riparazioni per quello stesso modello di auto ed effettua una stima dei costi che tiene conto anche dell’eventuale svalutazione dell’auto.

“Questo è un chiaro esempio della strategia di Aviva che investe in soluzioni digitali per rendere la vita più facile ai propri assicurati”, ha affermato Rob Townend, responsabile sinistri del gruppo inglese Aviva. “Il nostro strumento di valutazione dei danni ci permette di utilizzare in tempo reale i dati raccolti da AutoTrader, la più importante piattaforma britannica per la vendita di auto nuove e usate, che permettono ai clienti di prendere velocemente decisioni consapevoli e veloci, in modo da riottenere quanto prima la propria auto, o sceglierne una nuova”.