Assimoco: 15° posizione nella classifica “Best Workplaces For Women”

Il Gruppo Assimoco si aggiudica la 15ma posizione nella classifica “Best Workplaces For Women”, stilata per la prima volta da Great Place to Work Italia, che ha condotto una ulteriore analisi sulle oltre sessantamila risposte ricevute ai questionari che ogni anno le aziende inviano per partecipare al Great Place to Work, al fine di monitorare il livello di gradimento dei dipendenti e individuare le aree di miglioramento.

Il Gruppo Assimoco, che conta 397 collaboratori, di cui il 33% sono donne in posizioni direttive, è l’unica compagnia assicurativa presente nella classifica “Best Workplaces For Women”, ovvero gli ambienti di lavoro “Top” secondo il parere della popolazione femminile. La classifica è stata pubblicata una decina di giorni fa.

“Siamo molto orgogliosi di questo risultato perché testimonia ancora una volta la nostra volontà di ascolto nei confronti delle esigenze dei collaboratori e, in particolare, della popolazione femminile del Gruppo Assimoco, cui sono affidati ruoli di leadership di primo piano”, ha detto Ruggero Frecchiami, Direttore Generale del Gruppo Assimoco.

“Negli ultimi quattro anni abbiamo investito moltissimo sul fronte della gestione e valorizzazione delle persone, non a caso nel 2017 abbiamo guadagnato 6 posizioni nella classifica del Best Place to Work, posizionandoci al 14esimo posto. Abbiamo visto in maniera tangibile come innovazione, equità e fiducia aumentino la soddisfazione dei collaboratori e intendiamo proseguire su questa strada”, ha aggiunto Tiziano Merlini, Responsabile Risorse Umane della Compagnia.

Il nuovo ranking individua le aziende all’interno delle quali la popolazione femminile esprime in modo più intenso l’apprezzamento per un great workplace. Le 20 aziende che compongono la classifica sono state selezionate su un panel complessivo di oltre 100 organizzazioni.

Ai fini della definizione di questa classifica, oltre al livello di soddisfazione (Trust Index) delle donne sono stati considerati, come criteri aggiuntivi, anche la percentuale di donne sul totale della popolazione lavorativa e i gap esistenti all’interno dell’azienda fra le donne e gli uomini in termini di soddisfazione complessiva e di percezione sulla discriminazione di genere.

Non sono invece state prese in considerazione per questa classifica le aziende con un numero di collaboratrici donne inferiore o uguale a 20 e con un Trust Index per le donne inferiore o uguale al 70%. Nel dettaglio, per quanto riguarda il Gruppo Assimoco, il Trust Index è pari al 77%.

Più nel dettaglio i criteri impiegati per la classifica hanno avuto il seguente impatto:

  • Trust Index femminile (peso 1/3)
  • Gap tra il Trust Index maschile e femminile (peso 1/3)
  • Gap uomo-donna sullo statement sulla discriminazione ( peso 1/6)
  • % rispondenti donne sul totale dei rispondenti (peso 1/6)