Semplificazione e trasparenza nei rapporti con gli utenti

Consumatori

L’audizione della Presidente dell’ANIA Maria Bianca Farina alla Commissione Permanente per la Semplificazione della Camera dei Deputati

Un segno di discontinuità, in un settore quasi istituzionalmente misogino: una donna eletta presidente dell’Associazione Nazionale fra le Imprese.
Maria Bianca Farina è stata nominata alla fine del 2015 e si sta muovendo consapevole di essere sotto esame per quanto riguarda l’efficacia con cui l’Ania deve sapersi muovere in contesti socio-economici in radicale cambiamento. Forse occorre proprio la capacità, il senso pratico e la sensibilità riconosciuta e tipica dell’“altra metà del Cielo” per affrontare i nuovi paradigmi del mercato in termini adeguati.
E Maria Bianca Farina non si tira indietro.
Venerdì,14 ottobre, era a Parigi come partecipante attiva all’ottavo incontro internazionale fra i maggiori top manager assicurativi europei. Dedicato “all’assicurazione del futuro”, nientemeno. C’era anche – va detto – il numero uno del maggior gruppo britannico, a confermare che la Brexit è stata una follia.
La Farina ha esposto la situazione del mercato nazionale e i riflessi per quanto riguarda la nuova edizione di Solvency. Oltre a rispondere a una serie di quesiti.
Il 18 ottobre, martedì, eccola davanti alla Commissione “permanente per la semplificazione” della Camera dei Deputati, a esporre come il settore assicurativo si muova in termini di semplificazione e trasparenza nei rapporti con gli utenti. Di questa audizione riportiamo qui il testo, ritenendo utile rendere partecipi i nostri lettori dei contenuti del documento. In cui – oltre a far conoscere il ruolo dell’assicurazione e lo sviluppo del risparmio assicurativo nel nostro Paese – si argomenta sui presidi normativi di stabilità, tutela degli assicurati e trasparenza. Alla luce delle imminenti disposizioni europee.
Importantissimo quanto la Presidente dell’Ania ha trattato nella parte finale, riguardante l’educazione finanziaria e previdenziale, necessarissima, su cui insistere con la massima acribia.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati