Farina (Ania): con la scatola nera sinistri in calo del 20%

“L’utilizzo della tecnologia accresce l’accessibilità ai servizi assicurativi generando così maggiore consapevolezza e coscienza dei rischi da parte degli assicurati. Ciò diminuisce la rischiosità e di conseguenza i costi; solo per fare un esempio, la presenza di black box sulle auto riduce del 20% il rischio di incidente. Si tratta quindi di una grande opportunità”.

Lo ha dichiarato il presidente dell’Ania, Maria Bianca Farina, nel corso della XV Edizione dell’Insurance Day organizzato da MF a Milano, evidenziando che “stiamo assistendo ad uno sviluppo delle tecnologie senza precedenti nella storia. E questo fenomeno sta cambiando l’offerta di prodotti assicurativi e i comportamenti di acquisto delle persone, sempre più attive sul web nella ricerca di informazioni”.

“Per quanto riguarda il mercato, sta cambiando la competizione tra compagnie, competitor tradizionali e nuovi player tecnologici; il settore, per essere sempre competitivo, è obbligato ad innovare: si impongono nuovi modelli di business e nuovi strumenti“, ha spiegato Farina, sottolineando che per il 2020 è prvisto che ci siano 5 miliardi di persone sul Web.

In questo contesto le compagnie, ha concluso il presidente, “il cui obiettivo è sempre quello di proteggere la società e in questo modo rendere il Paese meno vulnerabile, svolgono un ruolo fondamentale, a patto che valorizzino nel modo migliore l’innovazione, valutando tutte le possibili forme di business, rendendo i clienti più consapevoli dei propri bisogni e più soddisfatti dei servizi, facendo emergere il fondamentale ruolo di consulenza e servizio delle reti”.