Allianz supporta “Sport at the Service of Humanity”

La prima conferenza globale “Sport at the Service of Humanity” – che si tiene in Vaticano dal 5 al 7 ottobre – riunisce 150 leader, atleti e influencer per discutere di come la fede e lo sport possono migliorare la vita e per lanciare un movimento globale per il cambiamento sociale attraverso lo sport.

“Lo sport aiuta i giovani a trovare coraggio, resilienza e ispirazione e a sconfiggere le barriere, favorendo l’inclusione sociale”, ha dichiarato Oliver Baete, CEO di Allianz. “È per questo che sosteniamo fortemente questa Conferenza e la missione dell’Humanity Sports Club, che promuoverà in tutto il mondo il potere dello sport di trasformare in meglio la realtà”.

Durante l’evento, i 150 partecipanti prenderanno parte a sessioni plenarie con i relatori sui temi della fede e sport, dell’ispirazione, dell’inclusione e coinvolgimento. L’obiettivo della conferenza è quello di adottare una dichiarazione di principi che servirà anche come guida per il movimento globale originato dall’Humanity Sports Club.

Come socio fondatore di “Sport at the Service of Humanity”, Allianz è impegnata a sostenere e amplificare i sei principi stabiliti dalla conferenza – compassione, rispetto, amore, ispirazione, equilibrio e gioia – e a renderli vivi nelle comunità di tutto il mondo.

“Con l’Humanity Sports Club, Allianz ha lanciato un movimento digitale per diffondere un messaggio ai giovani del mondo: sfidare se stessi nel gioco della vita, come si fa nel gioco dello sport”, sottolinea Christian Deuringer, Global Brand Management Director. “Questo messaggio è perfettamente in linea con la nostra aspirazione di fornire alle persone il coraggio di andare avanti nella vita.”

La cerimonia di apertura, condotta da Sua Santità Papa Francesco, con ospiti speciali il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon e il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach, inizierà il 5 ottobre alle 15:30.