Utile in calo per HDI Assicurazioni, ma cresce la raccolta premi

Nel primo semestre 2014 HDI Assicurazioni ha registrato un utile netto di 15,25 milioni di euro, in calo del 10,8% rispetto ai 16,91 milioni dei primi sei mesi del 2013, di cui 7,36 milioni relativi ai rami danni (in crescita del 43,3% rispetto al primo semestre 2013) e 7,89 milioni ai rami vita (-33% sull’anno scorso).

Il risultato ante imposte decresce rispetto al primo semestre dell’anno precedente di 2,15 milioni di Euro, passando da 25,84 milioni a 23,69 milioni. In particolare diminuisce di 4,81 milioni il risultato ante imposte dei rami vita (da 17,48 milioni al 30 giugno 2013 a 12,67 milioni al 30 giugno 2014), mentre aumenta di 2,67 milioni il risultato ante imposte dei rami danni (da 8,37 milioni al 30 giugno 2013 a 11,03 milioni al 30 giugno 2014).

La raccolta premi del lavoro diretto si attesta a 604,12 milioni di euro, con un incremento del 77,5% rispetto al primo semestre dell’esercizio precedente, che aveva registrato una raccolta premi di 340,41 milioni. In particolare, i premi emessi danni, pari a 174,78 milioni, aumentano dello 0,6% rispetto ai 173,67 milioni del precedente esercizio, mentre i premi emessi vita, pari a 429,34 milioni, registrano un incremento del 157,5% rispetto ai 166,75 milioni del 2013. La composizione percentuale evidenzia conseguentemente una crescita dei rami vita rispetto al totale dal 49% del 2013 al 71,1% del 2014, mentre i rami danni decrescono dal 51% al 28,9%.

L’andamento tecnico dei rami danni presenta risultati in miglioramento rispetto all’esercizio precedente. In particolare, migliora di 1,23 punti il rapporto sinistri a premi dell’esercizio, che decresce dal 74,14% al 72,91% e di 1,39 punti il rapporto sinistri a premi totale, che decresce dal 72,76% al 71,37%, mentre peggiora di 0,85 punti percentuali il cost ratio, che passa dal 25,56% al 26,41%. Il combined ratio diminuisce dal 98,32% al 97,78%, con un decremento di 0,54 punti.

Prosegue inoltre l’incremento del numero dei punti vendita, che passa dai 522 al 31 dicembre 2013 ai 531 al 30 giugno 2014. Alla stessa data, infine, i dipendenti della Società sono 349 (contro i 352 dipendenti al 31 dicembre 2013), di cui 12 dirigenti, 70 funzionari e 267 impiegati.

Il patrimonio netto al 30 giugno 2014 ammonta a 191,84 milioni di euro – di cui 107,55 milioni vita e 84,28 danni – e si incrementa di 5,25 milioni rispetto al patrimonio netto al 31 dicembre 2013; la variazione è dovuta alla distribuzione all’azionista dei dividendi erogati dai rami vita per 10 milioni e all’incremento derivante dall’utile del primo semestre 2014, pari a 15,25 milioni.