USA – Fai cartello sui prezzi e rifiuti un accordo transattivo? E allora paga 1,06 mld $ di danni!

La Corte federale d’appello di Denver, cui fa capo il 10° Circuito, competente per Colorado; Kansas; New Mexico; Eastern, Northern e Western District di Oklahoma; Utah e Wyoming ha confermato, il 29 settembre scorso, il verdetto della giuria che ha condannato la Dow Chemical Corp. a pagare 1,06 miliardi di dollari per una class action di acquirenti di uretani, che le hanno imputato di aver fatto cartello con altre aziende per tenere alti i i prezzi dei poliuretani sul mercato durante la crisi di mercato del 1999-2003.

La Dow era l’unica industria del settore che, a differenza di Bayer, BASF Corp., Huntsmann Int. e Lyndell Chemical Co., aveva rifiutato di arrivare ad una transazione per aver violato le norme della concorrenza facendo un cartello con queste Società.

La scelta della Dow si è rivelata infelice….

 La Seegott Holdings, l’Industrial Polymers e la Quabaug Corp, si sono presentate come reclamanti, uniti in una classe ( in Italia non sarebbe stato possibile, trattandosi di aziende). Questa  è stata prima certificata da un Giudice federale del Kansas, poi la giuria ha dichiarato la Dow responsabile per 400 milioni di dollari, ma la Corte di Denver ha stabilito che, al netto del danno già transatto dalle altre società, che avevano scelto la strada dell’accordo, il danno a carico della Dow doveva essere valutato in 1,06 miliardi di dollari.

Per inciso, appena un mese prima, la Corte federale d’appello di New Orleans aveva convalidato un provvedimento dell’Internal Revenue Service contro la Dow, per aver concluso accordi illegali con banche straniere per evadere le tasse.

Case Information

Case Title
In re: Urethane AntiTrust Liti
Case Number
13-3215
Court
Appellate – 10th Circuit

Nature of Suit
3890 Other Statutory Actions

Date Filed
August 23, 2013