Solvency II entrerà in vigore nel 2016

La Commissione europea ha pubblicato il 2 ottobre la proposta di Direttiva che sposta la data di entrata in vigore di Solvency II  al 1° gennaio 2016. Come si ricorderà una prima Direttiva (maggio 2012) aveva rinviato la data di recepimento della Direttiva Solvency II negli Stati membri dal 31 ottobre 2012 al 30 giugno 2013 e la sua data di entrata in vigore al 1° gennaio 2014. La proposta “quick-fix 2” rinvia la data di recepimento al 31 gennaio 2015 e la data di entrata in vigore al 1 gennaio 2016.

Il Commissario europeo Michel Barnier ha precisato che la proposta di “slittamento” della data di applicazione di Solvency II è da considerarsi necessaria al fine di evitare – per imprese assicuratrici e Autorità di vigilanza  –  l’ulteriore protrarsi di un clima di  “incertezza” sulla tempistica del progetto europeo.

Nel frattempo, restano da dipanare “nodi” fondamentali al fine di permettere la corretta e piena operatività di Solvency II:

– “Omnibus II”, attualmente ancora in negoziazione presso il “trilogo”, comporterà significativi cambiamenti a Solvency II, soprattutto nell’ambito delle Long-Term Guarantees. Barnier sottolinea che, sulla base di un rapporto stilato da EIOPA, è attualmente al vaglio un “pacchetto” di misure destinate a facilitare la transizione a Solvency II e a mitigare gli effetti della volatilità artificiale dei mercati finanziari sui fondi propri delle compagnie;      

– le attività del “trilogo” in riferimento a Omnibus II procedono speditamente (Michel Barnier indica, nel suo “Statement”, che è prossimo l’accordo tra Consiglio e Parlamento europeo); ma non sarà possibile pubblicare Omnibus II in Gazzetta Ufficiale prima del 1° gennaio 2014 (attuale data prevista per l’applicazione di Solvency II). Inoltre, prima dell’applicazione di Omnibus II si rende necessaria l’approvazione di una serie diimplementing measures, in riferimento alle quali serve ancora tempo per definire una versione finale.

Michaela Koller, Direttore Generale di Insurance Europe, ha sottolineato che il nuovo calendario proposto dalla Commissione europea per Solvency II è molto ambizioso e comporterà, probabilmente, un significativo aumento dei costi di preparazione e di compliance per il settore assicurativo.  Tuttavia, gli assicuratori europei rimangono impegnati nella finalizzazione di un regime di solvibilità che rifletta la natura di lungo termine dell’attività assicurativa e faranno il possibile per rispettare il calendario proposto dalla Commissione.

La proposta di direttiva si può leggere qui: http://ec.europa.eu/internal_market/insurance/docs/solvency/131002_draft-directive_en.pdf