Polizza incendio – rappresentazione del rischio

IL VOSTRO QUESITO

Un autotrasportatore/spedizioniere prende in locazione un fabbricato industriale – 4.000 mq. – per farne un deposito esclusivo di “pellets” proveniente dall’estero.

Trattasi di n. 4 capannoni affiancati, contenenti ciascuno circa 10.000 q.li di prodotto su pallets.
In base alle “attività soggette ai controlli e norme e prevenzioni incendi” di cui al D.M. 16 febbraio 1982, l’attività di cui al comma 46 “depositi di legna da ardere, … e prodotti affini…” comporta la richiesta di rilascio del certificato di Prevenzione Incendi, da rinnovare ogni 6 anni per depositi fino a 1.000 q.li e ogni 3 anni per depositi superiori ai 1.000 q.li.
Domanda: in mancanza del CPI o della domanda rivolta ai VVFF, in presenza in polizza “incendio” della “colpa grave”, in caso di sinistro la compagnia eccepisce la validità della copertura?

Io dovrei assicurare il proprietario dell’immobile che viene locato all’autotrasportatore (rischio locativo).

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati