Utile in calo per Helvetia nel I semestre

L’utile netto di Helvetia è sceso del 16% a 219,5 milioni di franchi svizzeri nel primo semestre dell’anno. Il debole andamento dei mercati finanziari ha messo sotto pressione gli utili.

L’attività operativa è stata positiva: nel ramo property, Helvetia ha migliorato il combined ratio di 0,9 punti percentuali, raggiungendo il 93,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel ramo Vita, il risultato è sceso a 106 milioni di franchi svizzeri rispetto ai 122 milioni di franchi svizzeri dell’anno precedente, a causa dei minori guadagni sugli investimenti.

Nel periodo in esame il volume d’affari del Gruppo Helvetia è diminuito leggermente del 2,0%, attestandosi a 6,80 miliardi di franchi. Al netto degli effetti valutari, il volume sarebbe aumentato di un buon 1%. Di recente, l’acquisizione del gruppo spagnolo Caser ha incrementato i ricavi.

Soddisfatto il ceo Philipp Gmür: «Helvetia si lascia alle spalle un primo semestre 2022 coronato dal successo. Abbiamo proseguito il percorso di crescita degli anni precedenti, conquistando ovunque quote di mercato, con solidi risultati tecnici. Anche l’attuazione della strategia helvetia 20.25 è avanzata con successo. Abbiamo ulteriormente migliorato il mix di attività in Spagna e incrementato la nostra partecipazione in Caser. Inoltre, il fee business ci consente di acquisire nuove fonti di guadagno».