Rassegna Stampa assicurativa 9 settembre 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Mentre a Bruxelles è entrata nel vivo la discussione per la revisione di Solvency II, con l’Italia in pressing per rafforzare lo scudo delle assicurazioni contro la volatilità dello spread sui Btp, c’è un’altra partita che le compagnie hanno portato a casa per limitare gli effetti negativi sui loro bilanci dovuti alle fluttuazioni dei mercati. Il ministero dell’Economia ha accolto la richiesta che era arrivata dal settore di prevedere correttivi per i bilanci civilistici, sui quali vengono calcolati i dividendi staccati agli azionisti.

Arriva la polizza decennale per gli immobili in costruzione che dovrà essere sottoscritta dal costruttore e dall’acquirente e presentata al momento del rogito. La polizza, in caso di vizi dell’immobile consente a chi acquista la casa di far valere i propri diritti all’indennizzo. In caso di mancata sottoscrizione l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e farsi risarcire attraverso la fideiussione.
Parere negativo del Garante privacy al ministero della salute e al ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale sullo schema di decreto che prevede la realizzazione della nuova banca dati denominata Ecosistema dati sanitari (EDS), prevista dalla riforma del Fascicolo sanitario elettronico.
Mutui, dopo l’aumento dei tassi deciso ieri dalla Bce, la rata con il variabile aumenterà di circa 45 euro al mese. Gli esperti di Facile.it, subito dopo la decisione presa dalla banca centrale europea hanno diffuso una nota con le loro simulazione. L’aumento sui tassi di interesse è dello 0,75% e dunque, secondo le simulazioni di Facile.it, potrebbe tradursi, nei prossimi mesi, in un aumento delle rate dei mutui variabili con rincari fino a 45 euro al mese per un finanziamento medio.
  • La raccolta di Fineco a 343 milioni
La raccolta netta di Fineco in agosto è ammontata a 343 milioni di euro. L’asset mix vede una forte prevalenza della componente gestita con 257 milioni, mentre quella amministrata è stata di 156 milioni e la raccolta diretta è scesa a 70 mln. Su quest’ultima si è concentrato l’effetto delle scadenze legate al pagamento delle imposte. I ricavi del brokerage sono stimati a 14 milioni, il 30% in più rispetto alla media dei mesi di agosto 2017-2019. La stima dei ricavi da inizio anno è di circa 134 milioni. Le masse complessive di erano a 25,6 miliardi: 15,3 miliardi nella componente retail (+11% su base annua) e 10,3 mld in quella istituzionale (+39%).

corsera

  • Inflazione, gli italiani perdono 2.300 euro in un anno
Crollano miti e certezze. Segnata da varie crisi simultanee, l’Italia si scopre un Paese più vulnerabile, con una classe media in difficoltà e 6 milioni di poveri in più nell’ultimo anno. «Chi ha meno di 50 anni probabilmente non ricorda una situazione del genere, per questo abbiamo scelto un tornado per la copertina del Rapporto 2022». Marco Pedroni, presidente Coop Italia, ha riassunto così l’analisi su consumi e stili di vita degli italiani che l’azienda di grande distribuzione ha presentato ieri a Milano. Secondo il rapporto Coop 2022, l’inflazione a fine anno costerà alle famiglie italiane mediamente 2.300 euro, ancor di più (1.100 euro) per chi vive da solo. Se i consumi reggono ancora, sorretti dalla bella stagione, i problemi maggiori arriveranno con il freddo: il 57% degli italiani è già in difficoltà con l’affitto e il 26% sta pensando di sospendere o rinviare il pagamento, ma restringendo il campo a luce e gas, uno su tre entro Natale potrebbe non coprire più le spese delle utenze.
  • Rogo, c’è un video. «Errore umano»
C’è un video che riprende i primi drammatici momenti dell’incendio che mercoledì mattina ha distrutto l’azienda «Nitrolchimica» di San Giuliano, alle porte di Milano. Nelle immagini si vedono i movimenti dell’operaio 43enne Sergio De Donato, intorno a un compattatore nel quale sarebbe avvenuto l’innesco. Le indagini dei carabinieri, coordinati dal procuratore di Lodi Domenico Chiaro, puntano ora sull’errore umano. Un incidente provocato dallo scoppio all’interno della macchina di «compattamento ed estrazione» dove l’operaio stava gettando materiale di scarto. Forse un fusto con sostanze infiammabili, o materiali incandescenti, introdotti per errore, che hanno innescato il primo incendio. A quel punto l’operaio avrebbe effettuato alcune manovre «anomale» secondo gli investigatori. Il 43enne, che lotta tra la vita e la morte nel Reparto grandi ustionati del Niguarda, avrebbe cercato di «spostare» con un muletto una cisterna che aveva preso fuoco, forse nel tentativo di allontanarla dai silos con migliaia di litri di solventi.

Repubblica_logo

  • Casa, sale il mutuo variabile E prestiti personali più cari
La cura da cavallo che la Bce ha scelto di somministrare all’economia europea per contrastare la corsa dei prezzi non sarà priva di effetti collaterali. Se ne accorgerà in fretta chi ha un mutuo sulla casa a tasso variabile, con la rata mensile destinata a salire in relazione proprio al ritocco al rialzo dei tassi di interesse. La portatadell’aumento dipenderà ovviamente dalla cifra finanziata e dalle condizioni e durata del mutuo ma già da ora si possono fare alcune simulazioni.