Rassegna Stampa assicurativa 7 settembre 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Il ricorso, davanti al Tar, è stato depositato ieri. Come anticipato da MF-Milano Finanza lo scorso 1 settembre gli agenti di assicurazione raccolti nello Sna hanno deciso di portare davanti ai giudici amministrativi l’ultimo regolamento emanato dall’Ivass, l’autorità di controllo del settore, in materia RcAuto che obbliga in particolare gli agenti plurimandatari, che hanno mandati da parte di più assicurazioni, a presentare ai clienti i preventivi offerti da tutte le compagnie per conto delle quali lavorano.
«Sono fermamente convinto che un mercato europeo dei capitali più liquido e integrato sia uno strumento molto importante per la crescita della nostra economia». È quanto ha affermato il presidente di Generali Assicurazioni, Andrea Sironi, partecipando alla conferenza annuale del think tank Bruegel, a Bruxelles.
Lo sbarco sul segmento Star del listino principale è atteso per novembre. Intanto ieri Revo, la spac assicurativa lanciata da Alberto Minali, ha dato il via libera alla fusione inversa in Elba Assicurazioni, la compagnia rilevata nel 2021 per 163 milioni. «Stiamo rispettando gli obiettivi e la tabella di marcia previsti», dice a MF-Milano Finanza Antonia Boccadoro, arrivata alla presidenza della compagnia a maggio scorso dopo essere stata, tra le altre cose, segretario generale dell’Aiba, l’associazione dei broker, e prima ancora responsabile del servizio di vigilanza dell’Ivass.
Raccolta netta negativa nel secondo trimestre per l’industria italiana del risparmio gestito a causa di un mix di fattori, dalla guerra in Ucraina all’aumento di tassi e inflazione, che hanno messo ko i mercati finanziari. Il periodo aprile-giugno si è chiuso con flussi in rosso per 4,17 miliardi, di cui -851 milioni sui fondi comuni aperti, +1,63 miliardi sui chiusi e -4,96 miliardi nelle gestioni di portafoglio, dopo i 10,92 miliardi dei primi tre mesi (+12,77 miliardi nei fondi aperti, +1,22 miliardi nei chiusi e -3,07 miliardi nelle gestioni).

Pensioni impignorabili fino a 1.000 euro. Il c.d. «minimo vitale», infatti, passa dall’importo pari a una volta e mezza a due volte il valore dell’assegno sociale, con minimo (appunto) di 1.000 euro. A stabilirlo è un emendamento, segnalato come prioritario, al ddl di conversione del dl 115/2022 (Aiuti-bis) all’esame del senato.
Superbonus a maglie (un po’) più larghe. Per raggiungere la quota del 30% di completamento dei lavori entro il 30 settembre, necessaria per usufruire del Superbonus entro il 31 dicembre, potranno essere conteggiati anche i lavori non agevolati da bonus edilizi. Per dimostrare il raggiungimento del limite minimo, inoltre, sarà sufficiente la redazione di una dichiarazione da parte del direttore dei lavori, basata su documentazione probatoria. È quanto affermato dal Consiglio superiore dei lavori pubblici, che lo scorso 5 settembre ha discusso e approvato un documento di risposta a un quesito avanzato dalla Rete delle professioni tecniche (Rpt). A segnalarlo la stessa Rpt, che ieri ha diffuso una nota sulla notizia.
  • Nel 2022 la peggior siccità degli ultimi 500 anni
La peggiore siccità in Europa da 500 anni è costata all’agricoltura italiana 6 mld di euro di danni, pari al 10% della produzione agroalimentare nazionale, «a cui vanno aggiunti gli effetti catastrofici della mancanza d’acqua, dal dilagare degli incendi allo scioglimento dei ghiacciai». La quantificazione è di Coldiretti in occasione della diffusione delle immagini del programma europeo di osservazione della Terra Copernicus, gestito da commissione Ue e Agenzia spaziale europea (Esa) secondo cui l’estate 2022 nel Vecchio Continente è stata la più siccitosa dal 1540. I cali produttivi, secondo palazzo Rospigliosi, sono elevati: -45% mais e foraggi per alimentazione animali, -20% per il latte nelle stalle, -30% frumento duro per la pasta, -30% riso, -15% per la frutta, -20% cozze e vongole.
  • Le polizze agricole cucite a misura d’azienda col 4.0
Collaborazione tra Zurich Italia e xFarm Technologies, la tech company svizzera che con la sua piattaforma digitale supporta 110mila aziende agricole per 1,5 milioni di ettari. Obiettivo: innovare le polizze assicurative e rendere l’agricoltura più sostenibile e smart. La partnership punta, in particolare, allo sviluppo di soluzioni assicurative parametriche, per un mondo, quello agricolo, che ha bisogno di agricoltura 4.0, soprattutto per abbattere le emissioni di CO2 e rendere il settore agricolo più efficiente e produttivo. Zurich Azienda Agricola, la copertura dedicata al comparto, viene così potenziata grazie alla piattaforma digitale proprietaria di agricoltura 4.0 sviluppata da xFarm Technologies.

corsera

  • Fondi, in sei mesi 6,75 miliardi di nuova raccolta
Il patrimonio amministrato dall’industria del risparmio gestito si è attestato a fine giugno a 2.257 miliardi di euro. Nonostante il calo di circa 4 miliardi del secondo trimestre il dato relativo ai primi sei mesi del 2022 resta positivo con nuova raccolta per 6,75 miliardi euro.
  • Sironi: «Più crescita con unione dei mercati dei capitali» 
«Sono fermamente convinto che un mercato dei capitali più liquido e integrato sia uno strumento molto importante per la crescita della nostra economia». Così il presidente di Generali Andrea Sironi al think tank Bruegel. «I progressi ci sono stati, ma c’è ancora molto da fare soprattutto per le Pmi e i segmenti retail», ha aggiunto.

  • Anima, in agosto raccolta a 28 milioni
La raccolta netta di risparmio gestito (escluse le deleghe assicurative di Ramo I) del Gruppo Anima nel mese di agosto è stata positiva per 28 milioni di euro, per un totale da inizio anno positivo per circa 1 miliardo. A fine agosto le masse complessive gestite dal gruppo si attestano a circa 183 miliardi.
  • California nella morsa d’incendi e blackout
La California soffoca sotto un’ondata di caldo record, che ha fatto scattare l’emergenza blackout per la sua rete elettrica e alimentato incendi letali. Almeno quattro persone hanno perso la vita tra le fiamme di 14 grandi focolai, due nel Fairview Fire presso Hemet a sudest di Los Angeles. Lo Stato ha evitato gravi paralisi nel lungo fine settimana del Labor Day, ma con la ripresa dell’attività da ieri la crisi si è aggravata. L’uso di elettricità ha raggiunto vette inedite, 51mila mega watts, tra temperature che da Sacramento a San Diego hanno talvolta sfiorato i 46 gradi Celsius. La regione desertica di Death Valley ha raggiunto i 50 gradi. Ai picchi ipotizzati nella domanda, questa settimana, rischia un deficit di forniture da 5.000 megawatt.
  • Superbonus, oggi i limiti alla responsabilità solidale
Il Senato vuole chiudere in fretta la partita sugli emendamenti al decreto aiuti bis per consentire ai parlamentari di tornare a tuffarsi nella campagna elettorale. È questo l’esito della capigruppo che ieri sera ha certificato una tabella di marcia accelerata per il doppio passaggio oggi, prima nelle commissioni Bilancio e Finanze (alle 14.30) e poi in Aula (alle 16), dei correttivi al Dl 115 del 2022 dopo che sulla sessantina di proposte presentate dai vari partiti si sarà abbattuta la tagliola dei pareri del Mef che punta a contenere l’ulteriore esborso associato al passaggio del provvedimento a Palazzo Madama. E un primo assaggio del confronto, tutto in salita, tra il governo, intenzionato a tenere ben stretti i cordoni della borsa, e le forze politiche che spingono per allargare il perimetro delle misure, si è avuto ieri sugli emendamenti relativi al superbonus. Chiesti a gran voce da quasi tutti i gruppi (Cinquestelle in primis) e considerati dal Mef irricevibili perché comporterebbero costi aggiuntivi. Mentre sulla responsabilità solidale si è registrata un’apertura di Via XX Settembre su una possibile riformulazione anticipata ieri dal Sole 24 Ore.

Handelsblatt

 

  • Commerzbank e Allianz estendono la collaborazione fino al 2035
In futuro, i contratti assicurativi saranno offerti anche ai clienti aziendali e alle grandi imprese. Tuttavia, Commerzbank non è l’unico partner di Allianz. In Germania, anche HypoVereinsbank, le banche cooperative bavaresi e Oldenburgische Landesbank (OLB) stanno vendendo le sue polizze.