Rassegna Stampa assicurativa 21 settembre 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Crescita record della ricchezza nel 2021, con l’1% di popolazione più ricca del mondo che ha aumentato per il secondo anno la propria quota fino a raggiungere il 45,6% nel 2021 rispetto al 43,9% del 2019, ma brusco rallentamento atteso nel 2022 per la difficile situazione dei mercati. Dal tredicesimo Global Wealth Report del Credit Suisse emerge che lo scorso anno la ricchezza globale è aumentata a un ritmo sostenuto, raggiungendo a fine anno 463.600 miliardi di dollari, con un incremento del 9,8% rispetto al 2020, pari a 87.489 dollari per adulto (+8,4%). Se si escludono le oscillazioni dei tassi di cambio, nel 2021 la ricchezza globale aggregata è salita del 12,7%, un tasso di crescita annuo mai registrato prima, e quella per adulto dell’11,3%.
Pace tra Banca Generali e il fisco italiano. L’istituto guidato dall’ad Gian Maria Mossa chiude senza multe una vertenza sulla fabbrica prodotto in Lussemburgo per gli anni 2014-2019 con radici al 2008, partita alla chiusura della sgr italiana e all’avvio della società nel Granducato dove si è sviluppata da anni l’industria europea dei fondi. Banca Generali ha comunicato prima dell’avvio delle contrattazioni di Borsa di aver sottoscritto un accordo quadro con l’Agenzia delle Entrate con cui le parti hanno convenuto i termini e le condizioni per la definizione dei rilievi fiscali formulati in materia di transfer pricing per i periodi d’imposta dal 2014 al 2019.
Alla crisi pandemica del 2020, con un fatturato globale che era sceso del 12,3%, l’industria italiana ha risposto con un rimbalzo nel 2021 che ha visto i ricavi crescere del 25,6% rispetto all’anno precedente e raggiungere così un livello addirittura superiore (+10,1%) se confrontato con i livelli pre-pandemia del 2019. Una ripresa senza precedenti nel dopoguerra, sostenuta dalla domanda interna, e che potrebbe proseguire anche nel 2022, con le previsioni di fatturato che sembrano indicare ancora una decisa crescita pari al +7,5% (nominale) grazie ancora al ruolo della domanda interna e agli effetti positivi del Pnrr e delle agevolazioni fiscali.
Proteggere i dati sensibili legati alla vita online dell’individuo assicurando l’identità biometrica digitale, ossia quei dati utilizzati per accedere al proprio smartphone: è l’obiettivo di Wallife Biometrics ID, la prima polizza assicurativa presentata da Wallife, pensata per tutelare gli individui dalle molteplici derivazioni illecite che può assumere la sottrazione o il furto dei propri dati biometrici.
Ammontano ad appena 425 milioni i crediti fiscali generati dal solo Superbonus 110% ceduti dalle banche a terzi. La cifra copre una cospicua parte dei circa 700 milioni di crediti ottenuti attraverso i diversi bonus edilizi ceduti dagli istituti (appena il 2,39% di quanto acquistato dalle banche stesse). Il numero emerge dalla relazione predisposta dalla commissione bicamerale d’inchiesta sul sistema bancario, presieduta da Carla Ruocco, di cui MF-Milano Finanza, ha dato conto ieri.

Superbonus, nelle spese anche l’indennizzo per i danni post incendio. È quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate nella risposta 458/22 in tema detraibilità delle spese in caso di indennizzo di una compagnia assicurativa per interventi ricompresi nel 110%.
Operare con le criptovalute è un’attività da valutare attentamente a fini antiriciclaggio, così come tutta una serie di indicazioni legate all’attività e alla costituzione dei trust o della cessioni crediti. Dopo 10 anni di operatività (i provvedimenti risalgono al 2010) l’Unità di informazione finanziaria, la task force di Banca d’Italia di sorveglianza in materia di antiriciclaggio, fa il tagliando agli indici di anomalia delle operazioni sospette.
Sono aumentati, a luglio, i prestiti bancari a famiglie e imprese (+4,1% in un anno) e sono saliti i tassi di interesse, attestati al 2,32% ad agosto, come pure le sofferenze nette, arrivate a 16,8 miliardi di euro (+0,8 mld su giugno), quasi il valore di aprile 2022 quando erano pari a 16,65 miliardi. Un dato comunque in riduzione di circa un miliardo su luglio 2021 e in calo sui valori massimi raggiunti a novembre 2015. È quanto risulta dal consueto rapporto mensile dell’Abi, l’associazione bancaria italiana, nel quale si precisa come il rapporto tra sofferenze nette e impieghi permane sotto l’1% e ha fatto segnare a luglio 2022, a 0,95%, lo stesso valore di aprile 2022.

corsera

  • Vittime della strada, per i familiari arriva il pronto soccorso psicologico
Mettere la vittima di un incidente stradale al centro. È a partire da questa necessità che è nato nel 2017 il progetto Ania Cares, a partire dal dialogo tra il settore assicurativo e i familiari delle vittime della strada o per chi ha subito un incidente. Si tratta in concreto del primo servizio (totalmente gratuito) di assistenza psicologica finanziato dalle compagnie assicurative italiane, attraverso la Fondazione Ania e creato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia Sapienza Università di Roma e la Polizia di Stato. Le conseguenze psicologiche dei sinistri stradali sono spesso di lunga durata, se non permanenti. Gravi ripercussioni psicologiche sono riscontrate non solo sulle vittime dirette, cioè chi subisce in prima persona l’incidente stradale ma anche dalle vittime indirette, ossia dai familiari delle vittime. «Abbiamo cercato di trovare delle soluzioni che favorissero una rielaborazione del trauma, nel tentativo di far vivere meglio quella che spesso è una ferita non rimarginabile come la perdita di un congiunto», racconta Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania. 
  • Giannini (Sapienza): sedute anche via web
È un sistema in cui pubblico e privato coesistono, dove il «fare sistema» funziona e diventa fondamentale per il paziente. «Per non aggiungere sofferenza a sofferenza», riassume la professoressa Anna Maria Giannini, direttore scientifico del progetto Ania Cares, professore ordinario e Coordinatrice e Responsabile del Laboratorio di Psicologia Sperimentale applicata del dipartimento di Psicologia alla Sapienza Università di Roma. «Siamo partiti da una semplice considerazione: fare in modo che il percorso psicologico di supporto a vittime e familiari non si riduca nell’ efficacia nel momento in cui gli assistiti si trovino a interagire con polizia, medici e liquidatori assicurativi — racconta la Professoressa —. Per questo come prima cosa, abbiamo pensato a un programma di formazione per questi tre settori, con un grande lavoro preliminare sul campo, creando di fatto un sistema di intervento integrato che prima non esisteva. Tutta la polizia stradale italiana è formata da noi». Come sottolinea Giannini, il percorso è differenziato per ogni paziente, anche le sedute possono essere fatte in presenza oppure via web, lasciando assoluta libertà di decidere alle singole persone. «I riscontri sono assolutamente positivi, grazie al lavoro dei nostri psicologi (tutti contrattualizzati grazie ad Ania), specializzati in psicotraumatologia, disponibili in qualunque momento del giorno e della notte. Abbiamo anche attivato il progetto Ania Cares plus Covid, dedicato ai familiari delle vittime della pandemia», spiega Giannini. Ora l’obiettivo è coinvolgere altri ospedali nel progetto, per renderlo il più capillare possibile.

  • Gli indennizzi non intaccano i bonus casa
  • Ricchezza mondiale a 463.600 mld di dollari
  • Banca Generali chiude la vertenza con il Fisco