Rassegna Stampa assicurativa 1 settembre 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Ieri l’Ivass, in un regolamento, ha chiarito le modalità di utilizzo di incaricati esterni per l’attività di mystery shopping. Si tratta, come noto, di un nuovo strumento che sarà utile a testare sul campo la qualità dei servizi assicurativi, con «finti consumatori» incaricati dalla stessa autorità di controllo che potranno recarsi nelle agenzie.
Questa volta il terreno di scontro è l’Rc Auto. Gli agenti di assicurazione dello Sna, secondo quanto risulta a MF- Milano Finanza, starebbero preparando per metà settembre un nuovo ricorso al Tar contro l’Ivass. Nel mirino c’è l’ultimo regolamento emanato dall’Istituto guidato dal direttore generale della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini che obbliga in particolare gli agenti plurimandatari, che hanno mandati da parte di più assicurazioni, a presentare ai clienti i preventivi offerti da tutte le compagnie per conto delle quali lavorano.
L’inflazione è la nuova minaccia che mette a repentaglio il tenore di vita faticosamente raggiunto dagli italiani. Essa esercita una violenta pressione recessiva sul sistema, da un lato mettendo a rischio la sopravvivenza stessa delle nostre imprese, dall’altro taglieggiando il risparmio, i salari, le pensioni delle famiglie. Il tema è dunque articolato; per le molteplici e drammatiche conseguenze che possono derivarne si presta a essere analizzato sotto varie sfaccettature. Il problema è inoltre strettamente connesso con la questione richiamata nei giorni scorsi dal Financial Times, relativa alla dimensione e alla stabilità del nostro debito pubblico. Il mero emergere di nervosismi, fondati o meno, intorno alla tenuta delle finanze dello Stato aggiunge pressioni dello stesso segno di quelle che scaturiscono dall’aumento incontrollato dei prezzi, e agisce sulle stesse variabili. A cominciare dal risparmio.
L’inflazione nell’Eurozona ha raggiunto ad agosto un nuovo record storico al 9,1%, dall’8,9% di luglio, aumentando la probabilità di un rialzo dei tassi da 75 punti base nel consiglio Bce dell’8 settembre. Ieri, dopo la pubblicazione del dato di Eurostat, il presidente della Bundesbank Joachim Nagel ha detto che è «urgente» che la Bce agisca «con decisione» nella prossima riunione. Secondo il banchiere centrale occorre «un forte aumento dei tassi a settembre. E nei mesi successivi devono essere attesi ulteriori interventi». Il giorno precedente Nagel aveva sottolineato che «non si dovrebbero ritardare ulteriori passi sui rialzi per paura di una possibile recessione».

Il monopattino elettrico deve avere 2.000 mm massimo di lunghezza, 750 mm di larghezza nel suo punto più largo, compreso il manubrio ed esclusi gli eventuali indicatori di svolta e 1.500 mm di altezza. La potenza nominale continua del motore elettrico non deve essere superiore a 0,50 kW. Diametro minimo delle ruote di 203,2 mm (8″). Pneumatici dotati di battistrada di spessore tale da garantire una sufficiente tenuta in tutte le condizioni di uso.

corsera

  • Monsoni in Pakistan: 33 milioni di sfollati
Millecento morti, almeno 33 milioni di sfollati — il 15 per cento della popolazione — e quasi la metà dei terreni coltivabili sommersi dall’acqua. Fanno impressione le cifre che fotografano i danni causati in Pakistan dalle piogge monsoniche, senza precedenti a memoria d’uomo, che cadono da tre mesi. Quanto sia grave la crisi che si è abbattuta sul Paese lo dimostra l’annuncio di Miftah Ismail, ministro delle Finanze, che valuta in una decina di miliardi i danni complessivi ed è per questo disposto, per mitigare anche la crisi alimentare, a riaprire alcuni canali commerciali con la vicina India, nonostante le tensioni che corrono lungo il confine da decenni.

Repubblica_logo

  • Esplosione a bordo, tre marinai uccisi riparavano il motore della nave
Il boato lo hanno sentito in tutta la città, chi era a casa, nel quartiere Marina che si affaccia sul porto di Crotone, ha visto persino tremare i vetri delle finestre. E poi, subito, una colonna di fumo nero che si alzava sopra il molo foraneo. Un’esplosione ha spazzato via la vita di tre marinai a Crotone, un quarto è rimasto gravemente ferito. Erano tutti imbarcati sulla Asso, rimorchiatore che batte bandiera di Palau, quasi sconosciuto arcipelago della Micronesia. Dal diario di bordo, quella barca non doveva stare lì. Ma dopo un’avaria al motore, venerdì scorso aveva chiesto e ottenuto di attraccare a Crotone per tentare di risolvere il problema e eseguire delle operazioni di manutenzione. Quando sono stati spazzati via, i quattro operai, tre indiani e un egiziano, stavano lavorando in sala macchine. L’esplosione è senza dubbio avvenuta lì. Sulle cause, nessuno si sbilancia, toccherà alle perizie stabilirlo. Ma secondo le prime ricostruzioni, a causare l’incidente sarebbe stata l’esplosione della bombola di una saldatrice che i quattro stavano utilizzando.
  • Avezzano, colpita dalla trave Cede l’altalena, muore a 12 anni
Una bambina di 12 anni è morta dopo essere stata colpita dalla trave dell’altalena su cui stava giocando nell’oratorio di San Pelino, frazione di Avezzano. A prestare i primi soccorsi è stato un infermiere che era sul luogo. Trasportata in elisoccorso all’ospedale di Avezzano è morta poco dopo il ricovero. Troppo gravi le ferite riportate. Sulla tragedia la procura di Avezzano ha aperto un’inchiesta.

  • Titoli, pronte le regole Ivass per evitare la svalutazione
  • Monopattini con obbligo di frecce e doppio freno dal 30 settembre
  • Rischi ambientali, regole prudenziali e ruolo delle banche

Handelsblatt

 

  • La distribuzione digitale delle assicurazioni sulla vita rimane un’eccezione
La distribuzione digitale delle assicurazioni sulla vita sta facendo solo un lento progresso. Mentre i player digitali si sono affermati nel settore delle assicurazioni immobiliari relativamente standardizzate, hanno molte più difficoltà con le complesse polizze vita. Harald Rosenberger, CEO designato di Nürnberger Versicherung, ha detto mercoledì all’Handelsblatt Strategy Meeting Life Insurance: “Le vendite puramente digitali continueranno a costituire solo una piccola parte delle vendite di assicurazioni sulla vita”. A suo avviso, tuttavia, gli strumenti digitali diventeranno sempre più un pilastro importante nella consulenza e nella vendita. Il fatto che finora i clienti non abbiano quasi mai stipulato online polizze ad alta intensità di consulenza come le assicurazioni sulla vita è dimostrato anche dai dati dell’associazione degli assicuratori GDV. Secondo questi dati, nel 2021 le vendite dirette nel settore delle assicurazioni sulla vita hanno raggiunto solo una quota del 3%. Per quanto riguarda l’assicurazione dei veicoli a motore, invece, la percentuale è stata di oltre il 19%.