Intermediari assicurativi, esame da 70 euro

Sarà di 70 euro la misura del contributo dovuto all’Ivass da coloro che intendono svolgere la prova di idoneità per diventare intermediario di assicurazione e riassicurazione. Per quello dovuto a Consap da parte dei periti assicurativi, invece, si arriva a 85 euro. È quanto riportato nei due decreti del Mef, pubblicati nella Gazzetta ufficiale n. 220 del 20 settembre. Il dm del 6 settembre definisce modalità di versamento all’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) del contributo a carico di coloro che intendono iscriversi al registro degli intermediari assicurativi. Per i termini del versamento del contributo di settanta euro si attende un ulteriore provvedimento dell’Ivass. Lo stesso decreto, inoltre, definisce il contributo di vigilanza dovuto dagli intermediari già abilitati: per la sezione A (agenti di assicurazione) è previsto un costo di 40 euro per le persone fisiche e di 230 per le persone giuridiche, così come per la sezione B (broker). Per la sezione C (produttori diretti) il costo è di 15 euro, mentre per la sezione b (banche intermediari finanziari, Sim e poste italiane) gli istituti con raccolta pari o superiore a 100 milioni pagheranno 10.000 euro, quelli sotto la soglia di 100 milioni dovranno versare 8.170 euro, mentre quelli sotto al milione di euro arriveranno a 2.760 euro. Infine, per gli intermediari europei iscritti nell’elenco annesso al registro unico si parla di 15 euro per le persone fisiche e di 75 per le persone giuridiche. Saranno tenuti al pagamento del contributo i soggetti che risultano iscritti nel registro unico degli intermediari alla data del 30 maggio 2022.

In Gazzetta, come accennato, è andato anche un ulteriore decreto Mef (sempre del 6 settembre), che definisce le modalità di versamento alla Consap del contributo dovuto per il 2022 dai periti assicurativi. Si tratta di 85 euro, che dovranno essere versati da tutti gli iscritti nel ruolo alla data del 30 maggio 2022. Anche in questo caso, per termini e modalità operative necessarie al versamento del contributo si dovrà aspettare un apposito provvedimento della Consap.
Fonte: