Generali, riassetto dei vertici in Germania

LEHMANN NUOVO COUNTRY MANAGER. L’EX CEO LIVERANI CREERÀ SINERGIE ANCHE CON SVIZZERA E AUSTRIA
di Anna Messia
La Germania, con oltre 14,5 milioni di euro di premi e 13 milioni di clienti, è il secondo mercato di riferimento per Generali Assicurazioni, subito dopo l’Italia, e dal 1° settembre a guidarla è un nuovo country manager. Si tratta di Stefan Lehmann, 49 anni, che lavora per Generali in Germania dal 2004. Dal 2017 al 2021 ne è stato in particolare chief financial officer quando al timone c’era Giovanni Liverani. Ora, con il passaggio del manager italiano al nuovo incarico di numero uno della neonata business unit formata da Germania, Austria e Svizzera, riorganizzazione avviata dal group ceo Philippe Donnet, al comando della Germania è andato appunto Lehmann, chiamato a raccogliere un’importante eredità.

Liverani ha avviato un profondo riassetto delle attività nel Paese da quando ne ha assunto la guida, ad aprile del 2015. Tra le operazioni più rilevanti lanciate da Donnet e Liverani, c’è stata per esempio la dismissione delle polizze Vita tradizionali di Generali Leben, che ha consentito allo stesso tempo alla compagnia di portare il ritorno sul capitale investito degli azionisti a oltre il 32% e pagare dividendi straordinari alla casa madre italiana, con una remittance di cassa complessiva di 2,036 miliardi riconosciuta sul bilancio 2019. L’operazione ha visto Generali Deutschland fare da apripista nel mercato assicurativo, replicata poi da altri grandi gruppi assicurativi europei.

Non solo. Durante la gestione di Liverani, Generali Deutschland ha scelto di conferire i suoi agenti in Dvag, la più grande rete di vendita del Paese controllata dalla famiglia Pohl, con quasi 40 mila consulenti e agenti assicurativi, di cui la compagnia detiene il 40%. E soprattutto, mentre attuava la riorganizzazione, Generali Deutschland ha visto crescere risultato operativo e utile, staccando dividendi sempre più sostanziosi a Trieste anno dopo anno. Il risultato operativo, in particolare, è passato dai 754 milioni del 2014 ai 973 milioni del 2021, mentre quello netto, nello stesso periodo, cresceva da 380 a 688 milioni. Quanto alle cedole, nel triennio 2019-2021 hanno superato i 3 miliardi di euro. E altri 565 milioni si sono aggiunti nel 2022 a valere sul bilancio 2021.

L’obiettivo di Lehmann, che nel nuovo incarico risponderà a Liverani, sarà quello di continuare a crescere mettendo anche a frutto le nuove sinergie che la business unit che sarà guidata dal manager italiano conta di creare mettendo assieme Germania, Austria e Svizzera.

Liverani, cedendo la carica di presidente del consiglio di amministrazione a Lehmann, diventa allo stesso tempo presidente del consiglio di sorveglianza (incarico che ricoprirà anche in Austria e Svizzera). Mentre Benedikt Kalteier, che in passato era stato il responsabile della crescita dei canali digitali del gruppo in Germania (come chief business officer digital nel consiglio di gestione) ha assunto la nuova posizione di chief distribution officer. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf