Generali cresce in Polonia

COMPRA I FONDI PENSIONE DI NN GROUP E SALE AL QUARTO POSTO NEL PAESE
di Giovanni Galli
Generali scala la classifica del mercato dei fondi pensione in Polonia. L’olandese Nn Group ha raggiunto un accordo con il Leone di Trieste per la vendita delle attività pensionistiche nel paese, risultanti dall’acquisizione del business polacco di Metlife avvenuta in aprile. Si tratta di 2,4 miliardi di euro di masse gestite. Il prezzo dell’acquisizione non è stato comunicato. Il closing è atteso nel primo trimestre del 2023.

La società olandese di assicurazione e gestione patrimoniale ha spiegato che la vendita avrà un impatto irrilevante sulla sua generazione di capitale operativo e sull’ebit. Inoltre non influirà sull’attività previdenziale di Nationale-Nederlanden Poland. In particolare, è prevista la cessione del contratto di gestione dei fondi Ofe e Dfe. Una mossa che consentirà a Generali di risalire dal settimo posto nella classifica del mercato dei fondi pensione in Polonia, con una quota di mercato di circa il 5% nel mercato Ofe e asset under management per 7,7 miliardi di zloty (1,6 mld euro), al quarto posto con una quota del 13% a 19,2 miliardi di zloty (4,07 mld euro) e 2,4 milioni di clienti.

«Questa acquisizione rafforzerà la nostra posizione complessiva di asset management in Polonia, uno dei nostri mercati core della regione Cee», ha osservato Josef Benes, a.d. di Generali Investments Cee. «Cresceremo nel mercato pensionistico, estendendo allo stesso tempo la nostra ambizione di partner a vita verso questo importante segmento di clienti».

Intanto l’a.d. della compagnia triestina, Philippe Donnet, è stato riconosciuto Best ceo del settore assicurativo nell’edizione 2022 dell’All-Europe Executive Team, la classifica annuale di Institutional Investor, rivista specializzata e società di ricerca indipendente nell’ambito della finanza internazionale. Il direttore finanziario Cristiano Borean è il Best cfo. Generali ha inoltre ottenuto la prima posizione nelle categorie Best Esg e Best company board. «Questo riconoscimento», ha commentato Donnet, «rappresenta un’ulteriore conferma del valore eccezionale di una squadra fortemente impegnata nella crescita sostenibile delle Generali, anche attraverso il dialogo continuo e proficuo con la comunità finanziaria e l’implementazione costante della nostra strategia Esg».

Infine, Generali Global Infrastructure, asset manager specializzato in investimenti infrastrutturali sostenibili, ha cambiato nome diventando Infranity. La società ha spiegato che il nuovo brand è più chiaro per i clienti perché riflette i due principali punti di forza, infrastructure e humanity.
Fonte: