Allianz, AXA, PICC, Zurich e Chubb sono i cinque gruppi leader nei rami danni a livello globale

Secondo una classifica pubblicata da Insuramore per il mercato assicurativo globale dei rami Danni, 145 gruppi assicurativi hanno registrato una raccolta premi (lordi) in questo settore superiore a 1 miliardo di dollari nel 2021.

Inoltre, poco più della metà dei primi 200 gruppi ha registrato un aumento a due cifre della raccolta dei rami commerciali in quell’anno (non aggiustato per l’inflazione) e dieci di questi gruppi hanno ottenuto una crescita superiore al 50%. Tra questi ultimi figurano, ad esempio, Convex Group, Fidelis Insurance Holdings, RenaissanceRe e Trisura Group, oltre a Intact Financial Corporation, che ha registrato una forte crescita in parte grazie all’acquisizione delle attività di RSA (al di fuori della Scandinavia), completata nel 2021.

Complessivamente, la raccolta lorda totale a livello mondiale nel mercato delle polizze commerciali sembra destinato a superare per la prima volta il valore di 1.000 miliardi di dollari nel 2022. La crescita è dovuta a diversi fattori, tra cui la vivacità del mercato dei rami commerciali (in particolare in Nord America), l’aumento dei premi dovuto alla crescente incidenza di eventi atmosferici gravi (ad esempio, le assicurazioni per le aziende agricole) e, naturalmente, l’inflazione. D’altra parte, il deterioramento del contesto economico potrebbe frenare il progresso delle coperture standard dei rami commerciali acquistate dalle piccole e medie imprese, nel 2023 se non nel 2022.

Un altro fattore che potrebbe far sì che nel 2022 il valore del mercato globale si muova in modo meno sostenuto di quanto sarebbe stato altrimenti possibile è la forza del dollaro USA rispetto alla maggior parte delle altre valute principali. Molti gruppi assicurativi che riportano i risultati in valute diverse dal dollaro e che hanno un’esposizione minima o nulla al mercato assicurativo statunitense scivoleranno in basso nella classifica globale, in quanto il loro PILW avrà un valore inferiore in termini di dollaro al momento della conversione; al contrario, i gruppi con sede negli Stati Uniti e nelle Bermuda, che nel 2021 rappresentavano 78 dei primi 200 concorrenti nel settore dei rami commerciali, sono destinati a diventare più numerosi nella prossima classifica.

Dall’ultima analisi emergono anche i seguenti risultati:

Allianz ha registrato la raccolta lorda più alta nel 2021 nel ramo Danni commerciali, seguita in ordine decrescente da AXA, PICC, Zurich e Chubb.

Insieme, questi cinque maggiori gruppi detenevano una quota di mercato globale dei premi dei rami commerciali pari al 15,9%, mentre i primi 20 gruppi detenevano una quota combinata del 41,6%.

Per quanto riguarda i primi 20 gruppi, che nel 2021 erano gli stessi dei due anni precedenti (anche se con alcune modifiche nell’ordine), la quota combinata è rimasta pressoché invariata rispetto al 2019, quando era stata del 41,9%, e al 2020, con il 41,5%.

Sebbene si siano verificate alcune attività di fusione e acquisizione nel settore globale dei rami danni, il lancio e lo sviluppo di specialisti di rami commerciali in rapida crescita, che comprendono vari assicuratori di copertura, fanno sì che non si sia verificato un consolidamento significativo. Inoltre, un’altra tendenza che influisce sulla struttura del mercato mondiale e ne determina la forte competitività è la crescente propensione dei gruppi che si occupano principalmente di riassicurazione (ad esempio Everest Re e Munich Re, oltre a RenaissanceRe) a concludere affari diretti.