Il welfare aziendale alla sfida del Covid 19

OSSERVATORIO VITA

Autore:  Alessandro Lazzari
ASSINEWS 333 – settembre 2021

Verso piani di welfare neomaterialisti
Il welfare si dimostra uno strumento ancora più necessario ed efficace per far fronte alle difficoltà generate dalla pandemia Covid-19. Le piccole e medie imprese con un welfare aziendale maturo sono state in grado di fronteggiare più efficacemente l’emergenza causata dal coronavirus.
Il welfare, dunque, si impone come elemento chiave per affrontare le difficoltà economiche e sociali sorte a causa dell’emergenza sanitaria e si conferma uno strumento essenziale per la ripresa sostenibile del nostro Paese.

Inoltre, l’emergenza Covid ha posto i lavoratori di fronte a nuove difficoltà e sfide inedite, che possono essere fronteggiate grazie ad un welfare aziendale pronto a rinnovarsi e a proporre servizi innovativi di supporto ai dipendenti.
Il tema della tutela della salute e della protezione dai rischi di contagio è certamente cruciale per lavorare in sicurezza.

La prevenzione dei rischi sul luogo di lavoro è il primo passo, ma il WA del “dopo Covid-19” dovrà affrontare una sfida totalmente differente: quella del ritorno ancora più forte ed esplicito di un bisogno di protezione sui temi classici del welfare (salute, reddito, pensioni).
Le risposte delle parti sociali e delle imprese a queste sollecitazioni della crisi sanitaria non sono ancora definite, ma sono destinate a diffondersi.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata