Quel filo rosso che lega piazza Gae Aulenti, le Generali e le fondazioni

BACKSTAGE

Unicredit e Generali sono due attori che potrebbero riconfigurare la geografia della finanza italiana. Storie diverse, ma con molti elementi in comune. Con la defenestrazione di Jean Pierre Mustier le fondazioni Cariverona e Crt sono tornate a giocare un ruolo di primo piano in Unicredit. Una ritrovata centralità di cui sarebbero figli non solo gli eccellenti rapporti con il ceo Andrea Orcel, ma anche l’agenda che la banca si è data e che mette al centro il territorio italiano. Sia chiaro: collaborazione non significa necessariamente comunanza di vedute. Così se Torino (come Leonardo Del Vecchio, altro socio storico di Unicredit) resta cauta sul dossier Mps, Verona lo ha salutato rinnovando la fiducia in Orcel. Di certo il raggio d’azione dei due enti non si limita a piazza Gae Aulenti. Crt e Cariverona sono anche azioniste di Banco Bpm, altro istituto che nonostante la prudenti dichiarazioni del ceo Giuseppe Castagna potrebbe presto essere coinvolto in un processo di m&a. Il partner? Più di un indizio conduce ancora una volta dalle parti di Unicredit. Ma la partita più rilevante è un’altra. L’adesione di Crt al patto promosso da Francesco Gaetano Caltagirone e Del Vecchio dimostra l’interesse della fondazione presieduta da Giovanni Quaglia per le Generali. Una partita nella quale potrebbe entrare anche Cariverona. Tra gli esiti possibili dell’opa su Cattolica ci potrebbe infatti essere un ingresso dell’ente scaligero guidato da Alessandro Mazzucco (da sempre in cordiali rapporti con Mister Luxottica) nel Leone. La quota sarebbe residuale in termini percentuali ma, se le azioni venissero soppesate anziché contate, avrebbe un peso specifico rilevante e potrebbe giocare un ruolo negli assetti di governance futuri. Fantasie? Si vedrà. Di certo, se dopo la vendita di azioni Mediobanca nel 2019 Unicredit sembrava uscita definitivamente dalla Galassia del Nord, è legittimo pensare che i movimenti felpati di questi ultimi mesi preludano a un riavvicinamento. Se non a qualcosa di più ambizioso. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf