Munich Re: gli assicuratori e il mondo digitale

In un contesto di mercato in cui gli assicuratori stanno affrontando il trend della digitalizzazione, Munich Re analizza i temi del cyber, dell’intelligenza artificiale e dei data analytics

Le prospettive nella riassicurazione sono favorevoli grazie alla ripresa economica che si è instaurata dopo i lockdown e all’aumento dei prezzi dopo la lunga fase di soft-market. Il mercato riassicurativo è destinato a crescere di circa il 3% all’anno entro il 2023, così come il mercato assicurativo primario.

In un mondo digitalizzato in rapida evoluzione, occorre fare i conti con rischi emergenti sempre nuovi. Cyber, data analytics e intelligenza artificiale sono le aree di crescita più importanti.

Cyber: tra sfida e opportunità

Dato l’impatto economico che possono avere i rischi informatici, la domanda di cyber assicurazione, che richiede una competenza speciale a causa dell’evoluzione dinamica dei rischi, sta aumentando sensibilmente.

La spinta alla digitalizzazione ha portato a un drammatico aumento degli attacchi informatici, che stanno diventando anche sempre più sofisticati. I sinistri derivanti dai cosiddetti attacchi ransomware, ad esempio, hanno registrato un’impennata particolarmente significativa, come riportato anche da AM Best – una tendenza che probabilmente continuerà.

Inoltre, a causa del numero crescente di attacchi, i prezzi delle assicurazioni per il cyber risk sono aumentati e i vettori di rischio si sono ritrovati con capacità limitate.

La situazione che si presenta è però ambigua: molte aziende sono preoccupate per l’aumento degli attacchi informatici, ma, allo stesso tempo, quattro top manager su cinque intervistati nel primo studio Global Cyber Risk and Insurance condotto da Munich Re hanno ammesso che le loro aziende non hanno una protezione sufficiente.

Per affrontare i trend in costante evoluzione, Munich Re sta espandendo ulteriormente la sua rete e le sue partnership, affinando ulteriormente le competenze in materia di modellizzazione dei rischi informatici grazie all’accesso ai dati e alle tecnologie. In collaborazione con i clienti, vengono elaborate soluzioni che vanno ben oltre gli approcci tradizionali e comprendono non solo una copertura informatica personalizzata, ma anche servizi di consulenza specifica per prevenire e affrontare gli attacchi.

Grazie a una rigorosa selezione dei rischi e a un portafoglio equilibrato, Munich Re ha mantenuto le crescenti perdite da ransomware nel suo portafoglio d’affari facilmente gestibili. Inoltre, gli aumenti dei prezzi in un contesto di mercato sempre più duro stanno producendo un effetto stabilizzante. Munich Re si attiene al suo piano di crescita redditizia basato su una quota di mercato attuale di circa il 10%.

Intelligenza artificiale e data analytics

La data analytics e l’uso di algoritmi, secondo Munich Re, hanno un grande potenziale per gli assicuratori, in particolare per quanto riguarda l’ottimizzazione e l’accelerazione dei processi.

D’altro canto, l’uso crescente della tecnologia di apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale nel mondo degli affari ha dato vita a un ambiente di mercato dinamico con molte nuove aree di rischio – e la conseguente necessità di nuove soluzioni assicurative.

Munich Re affronta questa situazione grazie a una rete globale comprensiva di centinaia di esperti di data analytics specificamente reclutati e formati.

Alcuni esempi di soluzioni? L’Insurance Analytics Platform che consente agli assicuratori di confrontare i propri dati con i dati esterni specifici del settore forniti da Munich Re, allo scopo di una migliore gestione del portafoglio, e la copertura unica aiSure.