Condomini, il 110% piace

IL TOTALE DEGLI INVESTIMENTI È PARI A 2,6 MILIARDI (DATI ENEA DI FINE MESE)
di Giulia Provino
Il 110% si concentra sui condomini. Quasi la metà degli investimenti ammessi a detrazione riguardano edifici condominiali. Ad inizio agosto erano 3.982 gli interventi nei condomini, mentre a fine mese si è arrivati a 4.844, per un totale di investimenti pari a 2,6 mld. Seppure l’incremento degli interventi condominiali non è il più alto registrato a fine mese, tuttavia l’importo degli investimenti a loro dedicato è maggiore degli altri (46,6%). Così i dati del superbonus riferiti al 31/8/2021, pubblicati da Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Degli oltre 5,68 miliardi di euro di investimenti ammessi a detrazione, a fine agosto, circa 2,6 miliardi sono rappresentanti dagli investimenti sui lavori in edifici condominiali. Gli edifici unifamiliari hanno registrato investimenti pari a 1,87 mld di euro, mentre circa 1,1 mld sono attribuibili alle unità immobiliari indipendenti. Il 46,6% degli investimenti riguarda i condomini, seguiti dagli edifici unifamiliari (33%) e le unità immobiliari indipendenti (20,4%). Le detrazioni previste a fine lavori, a carico dello Stato, arrivano a 6,2 miliardi (si veda ItaliaOggi del 3/9/2021). Ad inizio del mese, le detrazioni programmate erano oltre 5,2 miliardi di euro. Sono state oltre 37 mila le richieste depositate per l’apertura di cantieri registrati a fine agosto (32.065 all’inizio del mese). E 862 i nuovi interventi su edifici condominiali registrati rispetto al 3 agosto scorso, approdando così al 31/8/2021 con 4.844 cantieri condominiali. Il maggior numero di lavori riguardano ancora una volta gli edifici unifamiliari (19.072, +2.499 rispetto ad inizio mese) e le unità immobiliari indipendenti (13.212, +1.702). L’ammontare di investimenti per lavori conclusi, ammesso a detrazione è stata pari a 3,9 mld di euro, con un’uscita per le casse dell’Erario di circa 4,3 mld di euro. La maggior percentuale di lavori conclusi riguarda le unità immobiliari indipendenti (76,3%) seguiti dagli edifici unifamiliari (76,3%). Gli interventi completati sui condomini, invece, sono il 59,8%. Stando ai dati di Enea l’investimento medio è di 547.191 euro per i condomini, 98.264 euro per edifici unifamiliari e 87.833 euro per le unità immobiliari indipendenti. La Lombardia, con circa 857 milioni di euro e 5.000 edifici interessati dai lavori, è la regione con i maggiori investimenti. A seguire Veneto, con 4.628 cantieri per oltre 558 mln ammessi in detrazione e 413 mln per lavori realizzati, e Lazio. Molise, Liguria e Valle d’Aosta in coda.

Il testo del documento su www.italiaoggi.it/documenti-italiaoggi
Fonte: