Unipol, prepara emissione di bond green da 750 mln

Il cda di Unipol Gruppo spa ha autorizzato l’emissione, nell’ambito del proprio Programma EMTN, di un prestito obbligazionario senior unsecured non convertibile, per un importo nominale massimo non superiore a 750 milioni di euro, da collocare esclusivamente presso investitori qualificati italiani ed esteri (con eccezione di quelli USA) e da quotare sul mercato regolamentato del Luxembourg Stock Exchange.

Il prestito sarà emesso in formato “green”, a conferma dell’impegno del Gruppo per la sostenibilità, e sarà conforme al “Green Bond Framework” definito dalla società, oggetto di una Second Party Opinion rilasciata da Sustainalytics.

BNP Paribas, Intesa Sanpaolo, J.P. Morgan Securities plc, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario e UniCredit Bank AG (che sono arranger del Programma EMTN) saranno i manager dell’emissione.

In aggiunta, l’organo amministrativo di Unipol ha autorizzato un’offerta volontaria di riacquisto del proprio prestito obbligazionario “euro500,000,000 4,375 per cent. Notes due 5 March 2021” (l’”Emissione 2021”) in circolazione, per un importo nominale complessivo pari a 317.352.000 euro. Il riacquisto delle notes dell’Emissione 2021 ancora in circolazione consentirà di ristrutturare il costo dell’indebitamento complessivo di Unipol, il quale risulterà, con l’emissione del prestito, adeguato per consentire alla società il raggiungimento dei propri scopi.