Swiss Re si conferma primo gruppo riassicurativo globale

L’analisi di Reinsurance News dei Top 50 Gruppi di riassicurazione globale rivela che, anno dopo anno, i combined ratio hanno registrato una tendenza al rialzo per alcuni dei maggiori operatori del mercato nel 2019, in quanto la redditività della sottoscrizione è diminuita per la categoria.

Nel 2019, la top ten, classificata da premi lordi emessi, rimane relativamente invariata rispetto all’anno precedente, con Swiss Re in testa al gruppo, seguita da Munich Re, Hannover Re, SCOR, Berkshire Hathaway e poi dai Lloyd’s di Londra.

Anche China Re, Reinsurance Group of America (RGA) e Great West Lifeco rimangono nella top ten, mentre PartnerRe ha preso la decima posizione dalla coreana Re.

riassicurativo

Per la maggior parte, nel 2019 i premi hanno registrato una tendenza al rialzo , ma mentre le compagnie hanno cercato di espandere la loro base di premi, i combined ratio si sono deteriorati a causa dell’inflazione sociale nei rami casualty negli Stati Uniti, dei tifoni in Asia e anche delle tempeste del 2018.

Uno sguardo alla classifica Top 50 Global Reinsurance Groups, che si basa sui dati della ricerca di A.M. Best, mostra che dei primi dieci riassicuratori globali con operazioni P&C, la maggior parte ha visto il proprio combined ratio indebolirsi anno dopo anno.

Il combined ratio di Swiss Re è peggiorato dal 106,6% nel 2018 al 111,4% nel 2019. Il combined ratio di Munich Re si è attestato al 101% alla fine del 2019, rispetto al 99,4% dell’anno precedente.

Nel contempo, nel 2019 Hannover Re ha registrato un combined ratio del 98,5% contro il 96,4% dell’anno precedente. SCOR è l’unica delle quattro grandi d’Europa a registrare un combined ratio migliorato del 99%, contro il 99,3% del 2018.

Il combined ratio di Berkshire Hathaway ha chiuso l’anno al 111,7% rispetto al 110,4% del 2018, mentre i Lloyd’s hanno visto il loro combined ratio rafforzarsi al 105,5%, contro il 106% del 2018.

Al 101,4%, il combined ratio di China Re si è indebolito nel 2019 rispetto al 98,8% dell’anno precedente, mentre il combined ratio di PartnerRe è leggermente migliorato, ma rimane in territorio non redditizio, al 100,4%.

Quindi, dei dieci principali gruppi riassicurativi globali con operazioni P&C, escludendo quindi i riassicuratori vita RGA e Great West Lifeco, cinque hanno visto il loro combined ratio peggiorare nel 2019, mentre tre hanno registrato miglioramenti. Inoltre, i dati mostrano che dei primi dieci, solo SCOR e Hannover Re hanno registrato combined ratio inferiori al 100% nel 2019.

Secondo A.M. Best, la classifica dei Top 50 ha registrato un combined ratio medio del 102,4% nel 2019, rispetto al 100,9% del 2018, rivelando un deterioramento della redditività assicurativa su base annua.

Naturalmente, il mercato riassicurativo continua ad inasprirsi e, di conseguenza, le variazioni dei prezzi dovrebbero portare a miglioramenti dei combined ratio. Tuttavia, avverte A.M. Best, l’impatto incerto della pandemia COVID-19 in corso potrebbe determinare un’ampia variazione delle metriche di performance per i riassicuratori nel 2020.