Risparmio premiato

di Marco Capponi
Si può risparmiare giocando? Una sfida singolare, che Anima Sgr ha deciso di affrontare creando un modo di avvicinare le famiglie italiane ai fondi comuni tramite i piani di accumulo di capitale (pac): il concorso Con il pac vinci due volte, che associa la sottoscrizione dello strumento a un’estrazione che mette in palio oltre 200 premi. Può partecipare chi investe tramite un pac in fondi Anima fino al 31 dicembre. Davide Gatti, responsabile divisione retail e private del gruppo, è convinto dell’efficacia di un progetto che coniugando investimenti e gioco permette di scoprire un approccio diverso all’educazione finanziaria.

Domanda. Perché questa iniziativa?

Risposta. Il gioco aiuta a imparare, ed è quindi un modo per semplificare azioni che non per tutti sono naturali. Gli italiani sono grandi risparmiatori, ma l’educazione finanziaria non è ancora adeguata.

D. Non c’è solo il concorso, però, ma anche uno slogan: Con il pac vinci due volte. In che modo?

R. Vince prima di tutto il risparmiatore, e poi ci sono i premi. Per noi ci deve essere un pac in ogni famiglia, per affrontare con serenità l’investimento in tutti i mercati finanziari. In questo modo si fa eco anche al vecchio slogan di Bill Gates, Un computer in ogni casa, il cui scopo era quello di informatizzare la società.

D. Tra i premi, un’auto ibrida e biciclette elettriche. Gli investimenti strizzano l’occhio alla sostenibilità?

R. Il tema della sostenibilità Esg si è diffuso sempre più nel mondo degli investimenti, ma solo pochi risparmiatori lo sanno. Anima ha integrato nei criteri di selezione delle attività finanziarie i principi di sostenibilità ambientale, sociale e di governo aziendale.

D. Comunicare coinvolgendo. In altre parole, educazione finanziaria.

R. Anima è la prima società che ha portato la finanza comportamentale agli investitori già oltre 15 anni fa, perché è un aspetto fondamentale nell’attività di consulenza. L’investitore spesso compie una serie di errori determinati dalla psicologia. Il pac, essendo un metodo razionale, consente al risparmiatore di affrontare i mercati finanziari rispettando la pianificazione studiata con il proprio consulente limitando al massimo gli errori dovuti all’emotività.

D. Perché i pac?

R. Il pac consente di comprare con regolarità una quota di un fondo indipendentemente dall’andamento del mercato. L’acquisto si pianifica su orizzonti temporali adeguati, e questo toglie emotività. Oggi è importante perché i mercati sono in una condizione di massimi o massimi relativi, e quindi si percepisce che potrebbero scendere. Dall’altro lato, l’incertezza ha fatto accumulare uno stock di liquidità sui conti corrente di dimensioni rilevanti.

D. Quale il vantaggio per i risparmiatori?

R. Se i prezzi scendono i risparmiatori ne beneficiano perché acquistano più quote del fondo, a parità di investimento: fanno quello che i consumatori fanno abitualmente.

D. Quali gli altri vantaggi?

R. Anche se non garantisce un rendimento, permette di minimizzare la volatilità dei mercati fissando un orizzonte temporale definito e un livello di rischio. Con il pac si può investire in tutte le asset class, rispettando il profilo di rischio del singolo risparmiatore. C’è poi un tema di elasticità: ad esempio, noi abbiamo il pass (piano di accumulo senza schemi) in cui si possono personalizzare numero e livello delle rate. Il nostro obiettivo è avere piani in linea con le esigenze di ogni risparmiatore. (riproduzione riservata)

Fonte: