Pac rilassato con Axa Easy Plan

La compagnia propone un piano di accumulo declinato su sottostanti a volatilità variabile, in base al rischio desiderato.

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Axa Easy Plan è un prodotto assicurativo multiramo, a vita intera e a premio unico ricorrente, con possibilità di effettuare versamenti integrativi. Le opzioni di investimento sono rappresentate da fondi interni di tipo unit linked e da una gestione separata (Gestiriv), e per la seconda componente è attiva una garanzia sul capitale. Si tratta quindi di un piano di accumulo, flessibile e personalizzabile che come vedremo premia la fedeltà del risparmiatore. I fondi interni sono rappresentati da Easy Plan Azionario High Dividend e Easy Plan Obbligazionario Dinamico, e la combinazione presa qui in esame prevede il 60% investito nella gestione separata affiancato dal 40% diretto verso il fondo interno Easy Plan Obbligazionario Dinamico. Ne scaturirà quindi un profilo di rischio non elevato. In caso di riscatto totale la compagnia liquiderà il capitale maturato nella gestione separata e il controvalore delle quote dei fondi interni, deducendo una penale di riscatto. Mentre in caso di vita dell’assicurato al termine del periodo di pagamento dei premi è previsto il riconoscimento di un Bonus pari al 3% della somma dei premi versati, ma non sui versamenti integrativi. In caso di decesso dell’assicurato è prevista l’erogazione di un capitale dato dalla somma del controvalore investito nella gestione separata e del controvalore delle quote dei fondi aumentato dell’1%. Sul capitale investito nella gestione Gestiriv viene offerto il consolidamento annuo delle prestazioni assicurate e la garanzia del capitale assicurato, ma non un tasso minimo garantito. I premi ricorrenti potranno essere pagati con rate su base mensile, trimestrale, semestrale o annuale, con valori minimi: 75 euro per i versamenti mensili, 300 euro per quelli trimestrali, 600 e 1200 euro per le altre soluzioni. Nella gestione separata non potrà essere investita una percentuale del capitale superiore al 60% del premio. Il periodo di durata del pagamento dei premi oscillerà tra 10 e 25 anni. Tra le opzioni contrattuali si segnala la consueta possibilità di effettuare switch tra i sottostanti finanziari nei limiti predeterminati, e l’utile conversione del capitale in rendita vitalizia se richiesto. La rendita potrà eventualmente essere reversibile su una seconda persona. Il motore finanziario per la combinazione prescelta è composto per il 60% da un mattoncino finalizzato a dare stabilità e decorrelazione dalle dinamiche dei mercati finanziari, la gestione separata Gestiriv. Che mira all’ottimizzazione del profilo di rischio-rendimento del portafoglio attraverso l’analisi della struttura del passivo. Il portafoglio è principalmente allocato su titoli di debito, che nel 2019 hanno permesso di restituire al lordo dei costi il 2,9% annuo, con un tendenziale al 2,76% a fine maggio 2020. E’ previsto un limite massimo del 5% per le obbligazioni non investment grade, mentre i sottostanti azionari possono valere fino al 20% e il comparto immobiliare fino al 10%. Il fondo EasyPlan Obbligazionario Dinamico è un fondo di fondi dove la componente bond deve valere almeno il 70% del portafoglio, e l’azionario può salire al massimo al 30% rimanente offrendo potenzialità in caso di mercati al rialzo. Ed infatti nel corso del 2019 ha restituito una performance lorda del 11,42%, che va a surclassare la discesa del 2018. Il benchmark è composto per il 60% di obbligazioni denominate in dollari Usa, seguito dal 20% di bond in euro e sottostanti con maggiore rischiosità. La semplicità del piano di accumulo è purtroppo bilanciata dalla scarsa trasparenza in merito alle componenti finanziarie. Il Kid non evidenzia infatti i consueti scenari di performance in funzione delle possibili fasi di mercato, e si limita a riportare l’impatto dei costi che oscillano tra l’1,41% e il 2,89% annuo dopo dieci anni di investimento. (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa