Insurtech, primo summit per colmare il divario con l’Ue

di Mauro Romano
L’appuntamento è per dopodomani, giovedì 17 settembre, quando si terrà la prima edizione dell’Italian Insurtech Summit organizzato dall’Italian Insurtech Association (IIA). Si tratta dell’associazione nata a inizio 2010 con l’obiettivo di accelerare l’innovazione dell’industria assicurativa attraverso formazione tecnica, condivisione di best practice tecnologiche, generazione di sinergie tra gli associati e confronto con le istituzioni nazionali e internazionali. IIA conta già 140 associati tra banche, assicurazioni e società tecnologiche. Il divario da recuperare dall’Italia rispetto al resto d’Europa è piuttosto ampio: nel 2019 nel Paese ci sono stati quattro finanziamenti di startup insurtech rispetto a una media europea di 17, con 10,5 milioni di euro di capitali raccolti rispetto alla media europea di 160 milioni, ma il dato più significativo raccolto dall’associazione presieduta da Simone Ranucci Brandimarte è probabilmente quello che riguarda il futuro: soltanto il 15% dei ceo assicurativi italiani considera l’insurtech una priorità per i mesi a venire contro una media europea che è decisamente più alta, ossia il 35%. Tendenza che l’IIA, grazie anche all’Insurtech Summit, punta ad accelerare. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf