Germania: le polizze assicurative più frequentemente stipulate

Il portafoglio di contratti assicurativi delle società appartenenti alla GDV (l’Associazione delle compagnie tedesche) è salito a 446,2 milioni lo scorso anno. Secondo i dati preliminari pubblicati la scorsa settimana, l’aumento è stato dell’1,8%.

L’assicurazione danni/infortuni ha rappresentato 323,7 milioni di contratti (più 1,3 per cento) e l’assicurazione malattia privata 35,4 milioni di polizze (più 1,9 per cento). Il portafoglio delle assicurazioni sulla vita (compresi i fondi pensione e le casse pensioni) ammontava a fine anno a 87,1 milioni di contratti (meno lo 0,7%).

Il calo nel segmento vita è stato trainato dal debole andamento dei nuovi affari negli ultimi anni. Anche l’aumento delle nuove attività di oltre il cinque per cento a 5,2 milioni non è riuscito a compensare la perdita di contratti. In particolare, i portafogli delle assicurazioni tradizionali vita e unit-linked si sono ridotti (16.7.2020).

Le polizze assicurative più frequentemente stipulate

L’assicurazione responsabilità civile veicoli a motore continua ad essere l’assicurazione più stipulata. Non c’è da stupirsi, visto che si tratta di un’assicurazione obbligatoria. Lo scorso anno il portafoglio è cresciuto dell’1,4%, superando i 66 milioni di rischi.

Segue ancora l’assicurazione di responsabilità civile generale (+1,7%, pari a circa 47,6 milioni di polizze). Le statistiche dell’associazione degli assicuratori non mostrano come i contratti siano suddivisi tra attività per clienti privati e commerciali.

Al terzo posto di nuovo le polizze di rendita e le assicurazioni pensionistiche con circa 39,6 milioni di contratti scambiati (+2,6%). La quarta posizione è occupata dal segmento delle assicurazioni auto kasko con quasi 31 milioni di contratti (più il tre per cento).

Le polizze malattia per i viaggi all’estero sono passate dalla nona alla quinta posizione (+10,8 per cento a 27,8 milioni). L’assicurazione credito e cauzioni è scivolata al sesto posto – nonostante un aumento dell’un per cento a 27,7 milioni di polizze.
Seguono la mobilia domestica, gli infortuni privati e la protezione giuridica con poco meno di 26 e quasi 23 milioni di contratti o rischi assicurati.

polizze