BimVita New B-Double Solution

La polizza si affida ad un mix di gestione separata performante e fondi interni ad alta flessibilità

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

BimVita New B-Double Solution è un’assicurazione sulla vita per il caso di morte a vita intera a premio unico e premi integrativi, collegata ad una gestione separata ed a fondi interni. La gestione separata utilizzata è Bim Vita mentre i fondi interni a disposizione sono Bim Vita Linea Azionaria Trend di Lungo Periodo e Bim Vita Linea Flessibile Smart Allocator, con combinazioni di pesi che oscillano da un minimo del 50% a un massimo del 90% per i fondi interni. La parte di importo investito da destinare ai fondi interni non potrà essere inferiore a mille euro ciascuno. Il rendimento del capitale collegato alla gestione separata può avere valore positivo o negativo, ma è previsto il riconoscimento di una garanzia di rendimento minimo pari a 0,00% al momento della liquidazione a seguito di decesso dell’assicurato o di riscatto totale. Sono concessi premi integrativi e il contratto prevede importi minimi di premio rispettivamente pari a 50.100 euro per il premio unico versato e 10 mila euro per ciascun premio integrativo eventuale. Sul contratto possono essere versati premi entro un limite complessivo non superiore a 5 milioni di euro. La soluzione presa in esame prevede la seguente combinazione d’investimento 50% in gestione separata Bim Vita e 50% fondo interno Bim Vita Linea Flessibile Smart Allocator Classe B. In relazione alle prestazioni assicurative, in caso di decesso dell’assicurato la società corrisponderà ai beneficiari designati il capitale collegato alla gestione separata più il controvalore delle quote dei fondi interni ma è prevista una maggiorazione. Pari all’ammontare ottenuto applicando al controvalore delle quote dei fondi interni una percentuale in funzione dell’età assicurativa alla data di decesso. Ad esempio, se il decesso avviene tra 18 e 40 anni la percentuale è pari al 35%, scende al 15% oltre i 41 anni fino ai 50, al 5% tra 1 e 60 anni e così via fino allo 0,1% oltre i 70 anni. Tale maggiorazione non potrà comunque superare il valore di 100 mila euro qualora l’età non risulti superiore a 75 anni, 15 mila euro qualora l’età assicurativa al decesso risulti superiore a 75 anni. Purché sia trascorso un anno dalla data di decorrenza del contratto è possibile richiedere la corresponsione totale o parziale del valore di riscatto. Tra le opzioni contrattuali sono concessi switch tra i fondi interni. Il motore finanziario è composto da due elementi moto differenti rappresentati appunto dalla gestione separata Bim Vita che mira a dare stabilità e dal fondo interno che offre più spunti e volatilità. Questa linea ha restituito lo scorso anno, al lordo dei costi, un buon 3,26% annuo di performance, grazie ad un portafoglio principalmente allocato in Btp. Mentre il fondo interno Bim Vita Linea Flessibile Smart Allocator Classe B ha come obiettivo la crescita del patrimonio nel tempo attraverso una gestione dinamica degli investimenti. Come parametro di riferimento per la volatilità annua attesa viene fissato un limite del 9,50%, attraverso l’investimento in altri fondi principalmente di tipo bilanciati flessibili ed azionari. Gli investimenti in Paesi Emergenti possono rappresentare al massimo il 50% del patrimonio del fondo. Il Kid evidenzia, con proiezione a un anno per la gestione separata, un rendimento atteso prossimo all’1,4% netto annuo a prescindere dalle dinamiche dei mercati, anche per via della valorizzazione al costo storico degli attivi. Giustamente si apre notevolmente la forchetta delle possibilità per il fondo interno, che sui 7 anni di orizzonte presenta una perdita media annua pari al 7,39% nello scenario peggiore, che si tramuta in un +4,64% nel contesto più ottimistico. E lo senario moderato fotografa un potenziale +0,87% medio annuo già al netto dei costi. (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa