AXA XL presenta il Disaster Recovery Report

AXA XL, in collaborazione con il Centre for Risk Studies (“CCRS”) della Cambridge Judge Business School, ha pubblicato un rapporto completo che dimostra l’impatto che la (ri)assicurazione ha sulla velocità e la qualità della ripresa dopo le catastrofi naturali.

Il rapporto, intitolato “Optimizing Disaster Recovery: Il ruolo del capitale assicurativo nel miglioramento della resilienza economica“, delinea anche il crescente impatto economico dei disastri naturali negli ultimi tre-quattro decenni. Esso rileva che la perdita media annua di tali catastrofi è passata da una media di 27 miliardi di USD nel 1970-1980 a quasi 200 miliardi di USD nel 2010-2019, trainata dallo sviluppo economico globale e dal crescente valore dei beni nelle aree a rischio, in particolare nelle regioni in rapida crescita come il Sud-Est asiatico.

I risultati principali del rapporto includono:

  • Ogni punto percentuale di aumento della penetrazione assicurativa (premi danni diviso per il PIL di un paese) riduce i tempi di recupero di quasi 12 mesi.
  • Gli eventi nei Paesi ad alta penetrazione assicurativa (3% -4% anche in Europa occidentale, Giappone, Australia, Corea del Sud) hanno un tasso di recupero medio inferiore a 12 mesi e gli eventi nei Paesi a bassissima penetrazione assicurativa (Bangladesh, Haiti, Nepal, Filippine) hanno un tasso di recupero di oltre 4 anni.
  • Gli Stati Uniti sono anomali – gli Stati Uniti godono di una penetrazione assicurativa molto elevata (>4%) ma la frammentazione della copertura, in particolare le inondazioni, la risposta alle catastrofi e l’entità delle perdite hanno portato a un tasso di recupero medio di poco più di 3 anni (ad esempio, gli uragani Andrew (1992), Katrina (2005) e Sandy (2012), e le inondazioni del Grande Mississippi e del Missouri (1993).
  • La qualità della ripresa per i paesi ad altissima e alta penetrazione assicurativa è migliore rispetto ai livelli precedenti la perdita e il contrario è vero per i paesi con una minore penetrazione assicurativa, anche se le differenze sono piuttosto piccole. Esiste un potenziale di sviluppo del prodotto in termini di “ricostruzione migliore”.
  •  La ripresa economica è più rapida della ripresa sociale in quasi il 60% dei casi ed è
    Gli elementi di spicco sono le inondazioni tedesche del 2013, con oltre 600.000 persone colpite e 80.000 sfollati che si sono ripresi secondo le norme economiche e sociali entro 12 mesi, e Haiti che ha subito un terremoto nel 2010 e deve ancora recuperare.

AXA XL