Agro-polizze sui mancati ricavi

di Ermanno Comegna
Sono quattro le tipologie di polizze agricole sostenute tramite il fondo di solidarietà nazionale (dlgs 102/2004). Esse riguardano: le polizze assicurative a coperture dei danni sulle strutture aziendali (serre, impianti arborei, reti antigrandine e antibrina, ombrine), le assicurazioni per lo smaltimento delle carcasse di animali morti in azienda, le polizze sperimentali sui ricavi per il frumento tenero e duro, le polizze sperimentali indicizzate su cereali, foraggere ed oleaginose. Sulla Gazzetta Ufficiale del 12/9/2020, n. 227, è stato pubblicato il decreto delle Politiche agricole, con il bando per la presentazione delle domande per accedere ai contributi pubblici sui premi assicurativi, finanziati mediante risorse del bilancio nazionale.

Le polizze sui ricavi per il frumento sono innovative in quanto coprono la perdita derivante dalla combinazione di danni provocati dalla riduzione della resa per effetto di eventi atmosferici avversi e dalla diminuzione del prezzo di mercato.
Le polizze indicizzate (index based), denominate anche parametriche, coprono la perdita di produzione assicurata per danni di tipo quantitativo e qualitativo a seguito di un andamento climatico avverso (ad esempio la siccità, la grandine, l’eccesso di neve e piogge), il quale è identificato tramite l’utilizzo di un indicatore di tipo biologico o meteorologico, piuttosto che con le classiche perizie sul campo. Il provvedimento si riferisce alle domande di aiuto valide per gli anni 2018 e 2019, a favore delle quali si mettono a disposizione 9 mln di euro, oltre ad economie risultanti da precedenti assegnazioni e fermo restando che altri stanziamenti potranno essere eseguiti in funzione delle disponibilità.

La domanda dovrà essere presentata dagli agricoltori interessati entro il prossimo 30 giugno 2021, seguendo le istruzioni che saranno dettate da Agea, tramite circolare. Il funzionamento del regime di aiuto è analogo a quello ben noto dei contratti di polizza agevolata per i danni alle colture causate da eventi atmosferici avversi e finanziato tramite il programma di sviluppo rurale nazionale (Misura 17 del Psrn), con alcune differenze: è prevista una unica domanda di aiuto e non due. Gli agricoltori interessati presentano domanda in forma individuale o collettiva, tramite il consorzio di difesa. I richiedenti devono essere titolari di fascicolo aziendale e compilare il piano assicurativo individuale (Pai).

© Riproduzione riservata

Fonte: