Un giusto mix per Aviva Selection Plan New

Alta la flessibilità sulla conversione in rendita del prodotto. E i costi non pesano più di tanto sui rendimenti attesi
di di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Tra i vari prodotti assicurativi proposti dal colosso Aviva, Selection Plan New è in sintesi un buon mix multiramo a vita intera e premi annui. La componente finanziaria è infatti splittata sulle voci unit linked e partecipazione agli utili, dove la prima aggiunge un po’ di pepe ai rendimenti attesi e la seconda punta alla stabilità dei ritorni. Il prodotto prevede l’investimento dei premi annui versati, al netto dei costi, in una delle opzioni di investimento disponibili, rappresentate da cinque combinazioni predefinite e costituite da una gestione separata, con limite di investimento che oscilla da un minimo del 20% ad un massimo dell’80%, e da un fondo interno. I premi annui (frazionabili anche mensilmente) devono essere versati per un periodo minimo di 10 anni e non può essere modificata la durata del contratto nel corso della vita contrattuale. Non è prevista una data di scadenza in quanto la durata del contratto coincide con la vita dell’assicurato, fatto salvo il disinvestimento totale del capitale impiegato. Le prestazioni in caso di decesso prevedono il pagamento ai beneficiari designati di un importo pari alla somma del capitale rivalutato impiegato nella gestione separata e del capitale variabile impigato nel fondo interno, entrambi maggiorati di una percentuale legata all’età; la maggiorazione caso morte, in funzione dell’età dell’assicurato al momento del decesso, non può comunque essere superiore a 50 mila euro. Dopo un anno dalla data di decorrenza il contraente può riscuotere interamente o parzialmente il valore di riscatto. Molto articolate le condizioni di possibile conversione in rendita previste dal contratto. Il contraente ha infatti la possibilità di convertire il valore di riscatto totale in una delle seguenti forme di rendita: rendita vitalizia rivalutabile pagabile fino a che l’assicurato è in vita, rendita rivalutabile pagabile in modo certo per i primi 5-10 anni fino a che l’assicurato è in vita, rendita annua vitalizia rivalutabile, su due teste, pagabile fino al decesso dell’assicurato e successivamente in misura totale o parziale fino a che sia in vita l’altro soggetto. La conversione del valore di riscatto in rendita viene concessa a condizione che l’importo della rendita non sia inferiore a 3.000 euro annui e l’assicurato all’epoca della conversione non superi gli 85 anni di età. La soluzione in esame prevede la Combinazione d’investimento 2”, ovvero il 65% investito nella gestione separata Lifin affiancato dal 35% impiegato nel fondo interno CU New Taurus. Per la sola parte relativa al capitale investito nella gestione separata la compagnia garantisce la conservazione del capitale, riconoscendo un tasso minimo garantito pari allo 0%; in questo caso il 90% circa del portafoglio è allocato su obbligazioni e altri titoli a reddito fisso, mentre il 7% scarso è destinato a quote di fondi comuni, in grado di apportare maggiore diversificazione. La gestione separata ha permesso nel 2018 di restituire all’investitore una performance, al lordo dei costi, pari al 3,58%, appena inferiore ai precedenti due anni. Il fondo interno CU New Taurus ha invece un profilo di rischio medio-alto, associabile a un investimento azionario, con periodo di detenzione raccomandato dalla compagnia pari a dieci anni. Nel difficile 2018 il fondo interno ha infatti restituito una perdita pari al 7,34%, portando in negativo, seppur di poco, il rendimento della Combinazione 2 dell’intero prodotto assicurativo. Il Kid stima, in caso di particolare stress di mercato e sull’orizzonte di investimento suggerito, una perdita media annua dell’1,2%, che si tramuta in rendimento potenziale annuo al netto dei costi del 1,30% annuo se lo scenario di mercato volge leggermente al meglio (+2,15% annuo nella migliore delle opportunità). I costi non costituiscono peraltro una zavorra, attestandosi al 2,35% medio annuo dopo 10 anni d’investimento (2,80% dopo cinque anni) nella Combinazione 2. (riproduzione riservata)

Qui la scheda del prodotto